VIVISSIME CONDOGLIANZE

Seggiolini antiabbandono? Meglio una patente per genitori e partner

Una recente circolare del ministero dell’Interno ha anticipato l’entrata in vigore dell’obbligo del dispositivo salva bebé. Perché non introdurre anche un apparecchio anti-femminicidio?


default onloading pic
Anticipata l’entrata in vigore dei seggiolini antiabbandono (Italy Photo Press)

1' di lettura

Il Progresso non può aspettare. È questione di civiltà: non abbiamo ereditato la terra dai nostri antenati, ma la abbiamo presa in prestito per restituirla, meglio di come la abbiamo trovata, alle generazioni future. Proprio per fare un regalo a queste ultime, una recente circolare del ministero dell’Interno ha anticipato al 7 novembre l’entrata in vigore dell’obbligo del seggiolino antiabbandono, sofisticato dispositivo tecnologico che vi impedirà di dimenticare il bebé in macchina con tutte le tragiche conseguenze del caso. Guai a chi non si adegua: multa di 81 euro, via cinque punti dalla patente, sospensione della stessa da 15 giorni a due mesi. Il mercato non è pronto e i cittadini nemmeno? Peggio per loro: non si può fermare il vento.

Certo, poi siamo in Italia: si può prevedere che le forze dell’ordine all’inizio, nei controlli, chiudano un occhio mentre arriva puntuale l’emendamento-moratoria infilato in Manovra. Ennò: possiamo mica voltare le spalle all’esplosione di un fenomeno che è costato la vita a otto infanti in 20 anni? Bene farà il governo a fare quadrato sul dossier seggiolini antiabbandono.

Anzi: consentiteci una modesta proposta. Siccome, solo nell’ultimo anno, si sono registrati 92 casi di femminicidio, perché non rendiamo obbligatorio un dispositivo tecnologico anti-femminicidio per chi si fidanza e si sposa? O ancora, volendo venire a capo di entrambe le questioni: perché non rendere obbligatoria per tutti una patente di partner e genitore? In fondo in Italia la cura migliore che riusciamo a brevettare contro il Male si chiama burocrazia.
(Modesto Michelangelo Scrofeo)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...