Volvo

Una ricetta svedese per le auto green

Il costruttore di Göteborg rafforza l'impegno sui powetrain ecosostenibili

di Simonluca Pini


default onloading pic
Gamma completa. L'offerta elettrificata di Volvo spazia dalle mild hybrid alle ibride plug-in. La casa ha varato piano di elettrificazione di tutti i modelli

2' di lettura

Volvo punta a realizzare il 50% del suo fatturato attraverso la vendita di vetture elettriche entro il 2025. Dopo aver annunciato nel 2017 la decisione di avere una versione mild hybrid, ibrida plug-in o elettrica per ogni modello in gamma a partire dal 2019, il marchio svedese continua il suo percorso all’elettrificazione. La strategia aziendale che mira a generare la metà del fatturato attraverso la vendita di automobili elettriche entro il 2025 rafforza notevolmente la posizione del marchio di Göteborg in Cina, mercato leader a livello mondiale per quanto riguarda le vetture elettrificate. Il governo cinese infatti intende portare le vendite di veicoli alimentati da energie nuove a oltre il 20% delle vendite annue di automobili a livello nazionale entro il 2025, il che equivale a oltre sette milioni di veicoli stando alle previsioni delle autorità cinesi.

Altro punto cruciale arriva dall’attenzione alla guida assistita, con l’obiettivo entro sei anni di avere un terzo delle auto vendute dotate di un grado elevato di automazione. È importante ricordare come il marchio svedese meno di 10 anni fa aveva raggiunto il punto più basso della sua storia, con 334.000 vetture prodotte all’anno e nessun piano industriale concreto. Dopo l’acquisto da parte del Gruppo Geely nel 2010, con un versamento a Ford di 1.8 miliardi di euro, il marchio svedese ha ritrovato la sua identità rinnovando completamente la gamma e arrivando nel 2018 a vendere oltre 600.000 unità con una valutazione di Volvo Cars stimata tra i 16 e i 30 miliardi di euro. Se le 700.000 auto sono un traguardo raggiungibile nell’anno in corso, l’obiettivo del Ceo Hakan Samuelsson è quello di raggiungere le 800 mila a fine del 2020, portando la reddittività all’8% come le concorrenti premium tedesche. Come sarà possibile vendere 100.000 unità in più dodici mesi? Secondo Volvo la chiave di volta arriverà grazie ai nuovi modelli elettrificati ed elettrici pure, come la Xc-40 a zero emissioni pronta ad essere svelata entro la fine dell’anno.

Primo modello Volvo con propulsione full electric, sarà realizzata sulla piattaforma utilizzata anche dalla Polestar 2 ma probabilmente avrà una potenza inferiore rispetto agli oltre 400 cavalli della nuova berlina elettrica. Nell’attesa della 100% elettrica, la gamma Volvo è arrivata ad offrire una versione elettrificata per ogni modello (ad eccezione della compatta V40 al termine del suo ciclo vita) grazie alla presenza delle motorizzazioni plug-in hybrid con ricarica alla spina con potenze fino a 405 cavalli o di 262 cavalli sulla T5 Twin Engine capace di percorrere 54 chilometri a zero emissioni. In alternativa sono disponibili anche i modelli Mhev, ovvero mild-hybrid e identificati dalla sigla B4, B5 e B6 per distinguere il tipo di potenza e l’alimentazione, dove la componente elettrica non genera trazione ma è in grado di ridurre consumi ed emissioni inquinanti. Considerato il generoso numero di modelli elettrificati, il traguardo di immatricolazioni a zero emissioni entro il 2025 sembra realmente raggiungibile.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...