Graded

Una società napoletana in vetta con i grandi

di Vera Viola

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

La napoletana Graded, che fa capo all’imprenditore Vito Grassi, guadagna una posizione di tutto rilievo nella lista dei Leader della sostenibilità 2021 Il Sole 24 Ore - Statista, per la solidità, la trasparenza e la governance. In particolare, è collocata nelle prime posizioni in Italia per la sostenibilità economica, assieme ai big nazionali che affollano la classifica.

Graded è attiva da 60 anni nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti di produzione di energia, da fonti tradizionali e rinnovabili, ed è protagonista sul fronte dell’efficienza energetica. Da un fatturato di 17 milioni del 2018 è passata ai 22,4 del 2019, in crescita del 31%, con un Ebitda di 2,3 milioni, in aumento del 39% .

Loading...

Il 2017 ha segnato l’avvio della partecipazione a Elite - il programma di Borsa Italiana e Confindustria nato per affiancare imprese in crescita avvicinandole ai mercati di capitali – in un’ottica di rafforzamento della corporate governance e di maggior comunicazione e trasparenza nei confronti dei mercati. Vanno in questa direzione il conseguimento del rating Cerved a partire dal 2018 e l’avvio del processo di certificazione volontaria dei bilanci di esercizio 2018 e 2019, seguito dalla revisione legale affidata a Deloitte per i bilanci.

Nel 2019, e poi nel 2020, Cerved rating agency ha confermato il rating B1.2; il giudizio, richiesto su base volontaria, colloca l’azienda nella fascia Investment grade. È poi arrivata, sempre due anni fa, l’emissione dei primi minibond quotati sull’ExtraMot PRO3, il segmento obbligazionario di Borsa Italiana dedicato alle Pmi e società non quotate con ambiziosi piani di crescita. Sul fronte della trasparenza e dell’impegno per una comunicazione tempestiva e lineare, dal 2020 è stato istituito in Graded un ufficio Investor relations, benché l’azienda non sia quotata.

«Elite, il rating Cerved e l’emissione di obbligazioni sono tutti passaggi di un percorso che ha confermato la capacità di Graded di creare valore attraverso il proprio modello di impresa e i progetti in fase di sviluppo e consolidamento; sono state per noi sfide importanti che hanno contribuito a valorizzare giovani talenti e tutto il management aziendale , favorendo sviluppo dimensionale e qualitativo», commenta Vito Grassi, oggi vicepresidente di Confindustria con delega ai Rapporti regionali.

Graded persegue anche altri obiettivi di sostenibilità: ad esempio, ha nel cda una importante presenza femminile (60%, ben oltre le quote di genere obbligatorie per le quotate). In relazione all’impatto ambientale , tra il 2018 e il 2019 ha ridotto di oltre il 95% la produzione di rifiuti pericolosi. E ha abbassato le sue emissioni di CO2, passando dalle 63mila tonnellate del 2018 alle 54mila del 2019.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti