VITA ALL’ARIA APERTA

Contadino in montagna, da Livigno all’Alto Adige. Anche questa è vacanza

Lavoro duro in stalla o sui campi in cambio di vitto o alloggio per chi è molto motivato, oppure, in versione light, 24 ore da passare in famiglia in una malga dando una mano, ma anche divertendosi a fare il formaggio. Ecco tutte le opzioni

di Luisanna Benfatto

default onloading pic
Contadini per un giorno a Livigno

Lavoro duro in stalla o sui campi in cambio di vitto o alloggio per chi è molto motivato, oppure, in versione light, 24 ore da passare in famiglia in una malga dando una mano, ma anche divertendosi a fare il formaggio. Ecco tutte le opzioni


2' di lettura

Sveglia all’alba in un maso e poi si va a mungere le mucche o lavorare sui campi. Anche questa è vacanza nei mesi post Covid. Indicata soprattutto a coloro che si sono imbruttiti con lo smart working in città, che vogliono ora staccare la spina, immergersi nella natura, rendendosi utili. Diverse le opzioni disponibili: da quella organizzata come gita, a quella più immersiva dove si lavora nella comunità contadina dando ogni giorno il proprio contributo, con la forca in mano però e non con lo smartphone.

.

Loading...

La prima, più soft, fa parte del pacchetto “Una Giornata da Contadino” a Livigno. L'esperienza inizia nel pomeriggio quando, dopo aver raggiunto la Malga Federia in mountain bike, a piedi o con il servizio navetta, i partecipanti potranno cimentarsi con la mungitura e il ricovero degli animali nella stalla affiancati da un vero contadino e dalla sua famiglia, per poi cenare nella malga gustando i piatti tipici. La mattina successiva, dopo la sveglia all'alba, ad attendere i partecipanti sarà il pascolo degli animali, seguito dalla colazione del contadino; la giornata si concluderà con il rientro in valle.

Volontario in Alto Adige fino a ottobre

Di altra natura la proposta di volontariato in montagna dell’Alto Adige. Qui si tratta di aiutare i contadini nel lavoro quotidiano (300 i luoghi dove è possibile farlo): taglio del fieno, mungitura delle mucche e tutte le attività necessarie per il maso e la malga, dalle prime luci del mattino a sera. Per candidarsi bisogna iscriversi all'Associazione Volontariato in Montagna con la quale si stipula anche un'assicurazione contro gli infortuni e la responsabilità civile. L’idoneità al lavoro viene determinata seguendo soprattutto la motivazione poichè fare il volontario in montagna non ha niente a che fare con le vacanze nostalgiche, ma con lavoro duro e faticoso, per un periodo di almeno una settimana (da maggio a ottobre). In cambio del lavoro vitto e alloggio sono gratis.

La baita essenziale nell’ecovillaggio vista lago

Un’altra realtà è quella dell’ecovillaggio Montevenere a Maccagno(Varese) sulla sponda lombarda del lago Maggiore. Qui dal 2012 è attivo un esperimento di vita alternativa basata sull’autoproduzione, il rispetto della natura e la promozione di un turismo ecosostenibile. Si può essere ospiti, soggiornando in una baita spartana in cambio di una donazione o volontari, con vitto alloggio garantiti, se si lavora con la comunità.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti