anniversari

Una via intitolata a Carlo Abarth per i 70 anni dello scorpione

Il brand con alle spalle una storia di successi nel racing rilancia grazie a una serie speciale con il nuovo spoiler ad assetto variabile

di Filomena Greco


default onloading pic

4' di lettura

Una cerimonia a Torino per dedicare una strada al fondatore Carlo Abarth e la scelta di lanciare una nuova serie speciale di Abarth 695: lo scorpione festeggia i suoi settant’anni d’età ricordando l’ingegnere per metà italiano e per metà austriaco che fondò la casa automobilistica nel 1949 e presentando un modello in tiratura numerata che sarà prodotto in sole 1.949 unità. La presentazione ufficiale è stata durante gli Abarth Days di Milano, un appuntamento che ha attirato 5mila appassionati da tutta Europa.

È a Torino, insieme al pilota Guido Scagliarini, che Carlo Abarth apre la prima sede dell’azienda, la Abarth & C. Una storia, quella dello scorpione, fatta di record sportivi e successi industriali, kit di elaborazione innovativi e corse leggendarie. Nella Torino dei carrozzieri nasce la collaborazione con la Fiat. La prima vettura dello Scorpione infatti è una 204 A, derivata da una Fiat 1100, modello protagonista di una pagina memorabile della storia dell’automobile quando il 10 aprile 1950 Tazio Nuvolari vinse la sua ultima gara, la Palermo-Monte Pellegrino.

La Fiat 500 viene presentata il 4 luglio del 1957, Carlo Abarth se ne innamora e crea le prime Fiat-Abarth 595. Le vetture iniziano a correre e vincere sui diversi circuiti, in quel periodo l’azienda sviluppa le cassette di trasformazione Abarth per elaborare i “cinquini”, intuendo per prima le potenzialità dell’elaborazione e del technical upgrade su vetture di normale produzione. Siamo agli anni Sessanta, un periodo aureo per Abarth che sposta tutta la produzione nella nuova fabbrica di corso Marche, a Torino.

Il 2018 è stato un anno record per le vendite, ricorda Luca Napolitano, responsabile Emea dei brand Fiat e Abarth per Fca, con 25mila modelli venduti, il 2019 promette di essere in linea. E nel futuro dello scorpione potrebbe esserci anche un modello elettrico. Non loesclude Napolitano, che spiega: «Il mondondel racing e dei cavalli da qualche tempo si fa pure in versione elettrica, c’è un mercato ed è chiaro che sarà più interessante con lo sviluppo delle infrastrutture».

Sulla nuova 695 70° Anniversario intanto debutta il nuovo spoiler ad assetto variabile testato nella galleria del vento di Fiat Chrysler a Orbassano, in provincia di Torino, con una migliore tenuta nel misto veloce e una maggiore stabilità alle alte velocità. Una sorta di tributo, dunque, concetto di performance in capo al fondatore, che andava oltre la ricerca di pura potenza, velocità massima ed accelerazione ma puntava a soluzioni innovative a 360 gradi.

Il nuovo alettone posteriore richiama il mondo delle corse e la storia dello Scorpione nel racing. Lo spoiler è regolabile manualmente, come accade nelle corse dove ai box i tecnici effettuano una regolazione fine dell’inclinazione per permettere al pilota di settare il comportamento dell’auto in funzione del tracciato e del suo stile di guida. Sulla Abarth 695 70° Anniversario lo Spoiler ad Assetto Variabile è regolabile in 12 posizioni con un’inclinazione da 0° a 60°. In posizione di massima inclinazione, ad una velocità di 200 km/h, l’alettone aumenta il carico aerodinamico fino a 42 kg. Lungo il curvone del circuito di Vallelunga, ad esempio, permette di ridurre di quasi il 40% le correzioni sullo sterzo.

L’estetica della nuova Abarth 695 70° Anniversario adotta una serie di elementi iconici legati alla storia del brand come lo scarico Record Monza attivo, per un sound inconfondibile, la nuova livrea verde Monza 1958 – tributo al colore della prima 500 Abarth che ha fatto registrare a Monza 6 record internazionali in quell'anno – e i diversi dettagli in grigio Campovolo. Della stessa tinta sono gli sticker dello Scorpione sul cofano e quello a scacchi sul tetto. Di serie anche i cerchi in lega SuperSport da 17” da cui risaltano le famose pinze rosse Brembo.

All’interno dell’abitacolo spiccano i nuovi ed esclusivi sedili Sabelt Tricolore, sviluppati per questa serie speciale, mentre dal passato nel racing arrivano i loghi sulla carrozzeria che utilizzano lo storico font e lo scorpione dal disegno vintage, un tributo alla storia di uno dei brand del Made in Italy più famosi al mondo. Nell’abitacolo c’è anche la targhetta numerata di ciascuno dei 1.949 esemplari prodotti, così da rendere ogni modello un pezzo da collezione.

La nuova 695 70° Anniversario è equipaggiata con il propulsore più potente della gamma, il turbo da 1,4 litri che eroga 180 CV di potenza e una coppia di 250 Nm a 3.000 rpm. Consente una velocità massima di 225 km/h (con alettone regolato a 0°) e accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi.

Due le linee Abarth prodotte nello stabilimento polacco di Fca a Tychy, accanto alla 695 la Abarth 595. L’ultima versione è la serie speciale Abarth 595 Pista, dedicata agli appassionati più giovani dello Scorpione. La 595 Pista è ancora più potente, grazie alla nuova turbina Garrett, che consente di erogare 165 cv, è equipaggiata con l’iconico scarico Record Monza Attivo e con le sospensioni posteriori Koni, con tecnologia FSD (Frequency Selective Damping) che ottimizzano la performance di guida offrendo maggior tenuta di strada, maneggevolezza e stabilità, in totale sicurezza.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...