ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùViaggio in Italia /1

Una wunderkammer nel segno del rosa: l'armonia nel cuore Ravello

Una capsule collection firmata dalla designer Cristina Celestino: un sogno personalizzato, vista mare, sul promontorio-spettacolo della costiera amalfitana.

di Emma Bianchi

2' di lettura

Comincia da Ravello la nostra serie di appuntamenti dedicati alle più belle destinazioni deluxe d'Italia. Un viaggio nella bellezza della penisola e delle sue strutture ricettive migliori.

Guardiamolo da fuori. Il palazzo rosa è poroso, assorbe la luce e i sentori del mare. È aperto da quarantatrè finestre private, quarantatrè occhi che puntano l'orizzonte su questo tratto di costa slanciato in avanti nell'acqua. Ravello è proteso su un promontorio-spettacolo della costiera amalfitana, al limite fra il cielo e il Tirreno e Palazzo Avino ne è un'interpretazione sfaccettata dai continui rimandi al territorio: gli echi moreschi, le ceramiche vietresi, la pittura bianca a calce degli interni.

Loading...

Per la riapertura della stagione di questo hotel cinque stelle, che si propone come un “caleidoscopio di esperienze”, è stata coinvolta Cristina Celestino che ha firmato una capsule collection di sette stanze, tra cui una grande suite con piscina privata. Tra classicità e orientalismi, texture e colori si ispirano alle atmosfere dei giardini all'italiana e delle grandi saghe marine.

L'architetta e designer aveva già lasciato il suo segno riconoscibile, fatto di toni delicati e linee morbide, negli spazi color cipria di The Pink Closet, una boutique pensata come naturale prosecuzione del palazzo e come laboratorio di creatività.

Lo shopping qui è un viaggio nel viaggio, fra abiti e oggetti per la casa. Pezzi eclettici, frutto di un lavoro di ricerca e selezione meticoloso ed esteso al mondo: da New York a Londra, da Creta a New Delhi, da Como a Napoli.

Artigianalità ed eccellenza italiane guidano le scelte, ma c'è anche un LAB, un laboratorio creativo guidato da Mariella Avino, che realizza pezzi da collezione, a metà fra arte e creazioni site specific. È il caso delle sete vintage di Caterina Gatta, le mule rosa di Giannico, i preziosi di Gala Rotelli, le corone di Bluetiful. In più alcuni capi sono realizzati dialogando con i giovani autori del progetto Fashion Trust di Camera della Moda. L'idea è di entrare dentro una grotta delle meraviglie, avvolti dalle pareti di conchiglie in ceramica, sospesi sul pavimento intarsiato come un fondale marino, per dare inizio a una curiosa caccia al tesoro.

Dall'hotel, che era un'antica dimora gentilizia del XII secolo, si può partire per l'esplorazione del golfo, sempre che non si preferisca restare semplicemente lì, a 350 metri sul livello del mare, a godersi il relax e la vista.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti