AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùBanche

UniCredit bene in Borsa su buyback, per analisti «banca solida in contesto sfidante»

Il buyback avrà un impatto pari a 32 punti base del Cet1 ratio dell'istituto aggiornato al secondo trimestre 2022

di Enrico Miele

(IMAGOECONOMICA)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 31 ago - L’attesa è finita e per Unicredit arriva il via libera della Bce alla seconda tranche del buyback fino a 1 miliardo di euro, che si traduce in un immediato rialzo del titolo. La banca di piazza Gae Aulenti, infatti, fin dalle prime battute è in testa al FTSE MIB. Il buyback avrà un impatto pari a 32 punti base del Cet1 ratio dell'istituto aggiornato al secondo trimestre 2022. E questo porterà il buyback totale del 2021 a circa 2,58 miliardi di euro (se sommato alla prima tranche del 2021 già integralmente completata).

L’avvio del programma è subordinato all’approvazione dell’assemblea degli azionisti che si terrà il 14 settembre. «Sebbene includessimo già la seconda tranche del buyback nelle nostre stime – spiegano a caldo gli analisti di Equita – riteniamo l’autorizzazione Bce una notizia positiva in quanto conferma la solidità della banca anche in un contesto maggiormente sfidante sul fronte macro e, conseguentemente, la sua capacità di remunerazione degli azionisti». Il broker sul titolo ha un giudizio “buy” con target price a 14,9 euro.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti