ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLEADER DELLA SOSTENIBILITÀ 2022

UniCredit, i finanziamenti green a 2,4 miliardi nel primo trimestre

Sostenibilità sempre più centrale anche nell’offerta

di Vitaliano D'Angerio

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

«La nostra strategia si basa su tre principi guida: mantenere i più alti standard possibili per fare la cosa giusta per i nostri clienti e la società; essere pienamente impegnati a sostenere i nostri clienti in una transizione giusta ed equa; e riflettere e rispettare sempre le opinioni degli stakeholder nei nostri processi aziendali e decisionali». Questa la strategia di UniCredit per realizzare gli obiettivi Esg indicati nel bilancio integrato 2021 e spiegata da Fiona Melrose, head of group strategy Esg.

I numeri

Nel primo trimestre 2022, per quanto riguarda i finanziamenti green, UniCredit è a quota 2,4 miliardi di euro; nello stesso periodo ha raggiunto 1,1 miliardi sul versante dei finanziamenti sociali (social lending). «Stiamo andando molto avanti rispetto ai nostri obiettivi di UniCredit Unlocked», ricorda Melrose. Viene inoltre ricordato dalla responsabile Esg di UniCredit, che i fondi allineati alla Sfdr, ovvero la disciplina europea sulla trasparenza della finanza sostenibile, hanno raggiunto i 28 miliardi di euro e la gran parte sono nell’ambito dell’articolo 8 della normativa.

Loading...

Il piano 2022-2024

Più in generale, dal bilancio integrato 2021 di UniCredit, emerge che il gruppo guidato da Andrea Orcel, si è impegnato a fornire 150 miliardi di euro di finanziamenti Esg sotto forma di prestiti, Dcm (debt capital markets) e investimenti nel periodo 2022-2024. «Ci impegniamo a fare la nostra parte, coltivando la fiducia degli stakeholder, sostenendo iniziative sociali d’impatto e misurando costantemente i nostri risultati per assicurarci di essere ritenuti responsabili – sottolinea Melrose –. Questo assicurerà che l’Esg sia al centro di tutte le nostre attività mentre costruiamo una banca per il lungo termine».

Educazione finanziaria

Sempre dal bilancio integrato 2021, emerge che UniCredit ha proseguito anche l’anno scorso «il proprio impegno in una serie di programmi di educazione e sensibilizzazione finanziaria nei Paesi in cui siamo presenti, rivolti a giovani e studenti, donne, soggetti fragili, piccole imprese, start-up e organizzazioni che operano nel sociale». Sono stati 123.500 i beneficiari di educazione finanziaria in 11 Paesi.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti