Verso il piano del 9 dicembre

UniCredit, 950 uscite volontarie in Italia

Il piano dell’istituto di credito individua esuberi «nelle funzioni centrali» attraverso diverse forme di esodo, privilegiando il pensionamento diretto

di R.Fi.

Aggiornato il 9 dicembre 2021, ore 21:23

1' di lettura

Il piano di Unicredit «prevede per l’intera geografia Italia del gruppo una manovra in termini di efficienza pari a 950» posti di lavoro (Ftse) «principalmente concentrati nelle funzioni centrali» con la possibilità di uscite «su base volontaria», con «diverse forme di esodo, (ultima finestra pensione dicembre 2024) privilegiando il pensionamento diretto tramite utilizzo fondo di solidarietà (ultima finestra aprile 2028) e incentivazioni di natura individuale». Lo si legge nella comunicazione inviata dal gruppo ai sindacati e Abi secondo cui «si terrà conto delle circa 200 adesioni già raccolte nel precedente piano».

Già nei primi giorni di dicembre era circolata l’indiscrezione sul fatto che Unicredit avrebbe prospettato circa 3mila nuovi tagli per un processo di semplificazione delle direzioni centrali. Uscite su base volontaria tramite prepensionamenti e potrebbero essere pianificate anche nuove assunzioni.

Loading...

Il nuovo giro di tagli si aggiunge ai 3.900 esuberi derivanti dal precedente piano strategico e che erano già stati concordati con i sindacati. Unicredit, che è presente in 13 Paesi europei, conta oggi circa 87.000 dipendenti.

L’1 dicembre la banca ha annunciato l’avvio di un riassetto nel mondo delle joint ventures assicurative: Cnp Assurances ha infatti acquisito la attività di assicurazione vita italiane di Aviva, in linea con un l’accordo avviato il 4 marzo 2021. In virtù di questo accordo, in particolare, Cnp acquisisce il 51% della società di assicurazione vita Aviva (oggi partecipata al 49% da Unicredit) che cambierà denominazione sociale per diventare Cnp Vita Assicura.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti