matricole

Unidata porta le tlc del Lazio in Borsa, sul segmento Aim

Unidata ha avviato il bookbuilding per la quotazione delle azioni e dei warrant sull’Aim

default onloading pic
(Adobe Stock)

Unidata ha avviato il bookbuilding per la quotazione delle azioni e dei warrant sull’Aim


1' di lettura

Unidata, operatore di telecomunicazioni con una rilevante presenza a Roma e nel Lazio, ha avviato il bookbuilding per la quotazione delle azioni e dei warrant sull’Aim, il segmento di Borsa italiana dedicato alle Pmi. L’offerta prevede l’emissione di nuove azioni Unidata e di warrant in aumento di capitale, per un importo massimo complessivo di 8 milioni.

«Operiamo sul territorio da oltre 30 anni - dichiara Renato Brunetti, fondatore e Presidente di Unidata - e la quotazione in Borsa ci consentirà di raccogliere le risorse finanziarie necessarie a rafforzare ulteriormente la nostra posizione di mercato nel Lazio e nelle Regioni limitrofe dove vogliamo crescere sviluppando nuove reti di infrastrutture».

Fondata nel 1985 da 3 soci tuttora in azienda, Unidata opera infatti attraverso una rete in fibra ottica di oltre 2.000 km, una rete wireless ed un data center proprietario. La Società - si legge in un comunicato - fornisce ad oltre 6.500 Clienti business, wholesale e residenziali servizi di connettività FTTH (Fiber to the Home) e connettività wireless. Fin dall’inizio delle proprie attività Unidata ha investito sulla realizzazione di infrastrutture in fibra ottica e wireless, concentrandosi sulla fornitura di servizi internet alle aziende.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti