ASSICURAZIONI

Unipol, cala l’utile ma scendono anche i sinistri

Nel primo trimestre la holding e la controllata UnipolSai scontano l’effetto Covid ma per fine anno si aspettano un risultato positivo.

di Laura Galvagni

default onloading pic
(ANSA )

Nel primo trimestre la holding e la controllata UnipolSai scontano l’effetto Covid ma per fine anno si aspettano un risultato positivo.


2' di lettura

Dopo l’allarme dei Lloyd's, che hanno stimato in oltre 200 miliardi di dollari l'impatto del Covid-19 sul mondo assicurativo, e dopo un primo trimestre di Zurich che ha indicato in 750 milioni gli effetti dell'emergenza sul 2020, tocca a Unipol alzare il velo sui conti dei primi tre mesi dell'anno. Per il gruppo si tratta di numeri che incorporano i primi effetti dell'impensabile contesto. Come ha comunicato la società è stato un periodo «caratterizzato dal forte impegno nel fronteggiare l'emergenza Covid-19» che vedono un risultato netto consolidato pari a 134 milioni(-21,5%), una raccolta diretta assicurativa pari a 3,11 miliardi (-6,1%), di cui 2 miliardi nel Danni (-1,5%) e 1,1 miliardi nel Vita (-13,2%), e un combined ratio netto al 92%, in netto miglioramento rispetto al 94,6% registrato al 31 marzo 2019 ma per effetto principalmente del blocco delle attività produttive e quindi della circolazione stradale. A fine marzo la Solvency era pari al 155% dal 187% di fine dicembre per gli effetti «della perdita di valore degli investimenti finanziari del gruppo».

A riguardo ieri Lloyd's hanno calcolato 96 miliardi di dollari di impatto sulle compagnie proprio a causa delle minusvalenze sul portafoglio investimenti. Per quanto riguarda l'evoluzione prevedibile della gestione, «l'andamento del business assicurativo, a partire dall'ultima settimana di febbraio, per effetto delle sempre piu' stringenti disposizioni governative in materia di mobilita' delle persone, rileva una riduzione della nuova produzione e, con riferimento ai rami Danni, una riduzione anche della sinistralità'», si spiega.

«Il gruppo mantiene inalterate le proprie potenzialita' per il perseguimento degli obiettivi del piano strategico. - si aggiunge - Escludendo eventi di natura straordinaria, attualmente non prevedibili, e ulteriori effetti significativi sui mercati finanziari conseguenti alla crisi sanitaria ed economica, il risultato consolidato per il corrente esercizio è atteso positivo».

Anche la controllata UnipolSai si aspetta per fine anno un dato positivo dopo i profitti per 171 milioni (-7,2%) dei primi tre mesi. La Solvency individuale invece è scesa dal 284% al 226 per cento.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti