i conti del gruppo

Unipol chiude il primo trimestre con un utile netto consolidato a 171 milioni


default onloading pic
(ANSA )

2' di lettura

Il Gruppo Unipol ha chiuso il primo trimestre 2019 con un utile netto consolidato pari a 171 milioni di euro, in significativa crescita rispetto al risultato normalizzato e a perimetro omogeneo di 144 milioni del corrispondente periodo dell'esercizio precedente. Il risultato contabile del primo trimestre 2018, pari a 472 milioni, era influenzato dalla plusvalenza, pari a 309 milioni, generata dalla cessione della partecipazione di UnipolSai in Popolare Vita.

Nel primo trimestre del 2019 la raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 3,32 miliardi (+0,9%): escludendo nel trimestre 2018 la raccolta di Popolare Vita e della sua controllata Lawrence Life, la raccolta del gruppo segna un incremento del 4,2%. Il combined ratio migliora al 93,4% mentre l'indice di solvibilità del gruppo cala al 155%.

Il piano di Unipol si articola su cinque direttive strategiche. In primo luogo sull'evoluzione dell'eccellenza strategica, con un combined ratio al 2021 pari al 92,5% per l'Auto e al 90% per il non Auto. In secondo luogo intende puntare sulla distribuzione con i seguenti obiettivi di raccolta: Danni UnipolSai per 7,3 miliardi di euro, Vita UnipolSai per 3,4 miliardi di euro, UniSalute sopra 500 milioni, Danni Bancassurance (Arca e Incontra) e Partnership (Linear) a 680 milioni di euro, Vita Bancassurance (Arca) per 1,6 miliardi di euro. L'idea è dunque quella di posizionarsi in “modo distintivo” sullo sviluppo di alleanze appunto di bancassurance. La terza direttrice è quella del “Beyond Insurance”, cioè Mobility, Welfare e Property, in cui il gruppo intende lanciare “una nuova proposta al mercato che offre soluzioni alla pluralità dei bisogni dei clienti, integrando la protezione delle persone e delle aziende con servizi innovativi connessi alla mobilità, alla salute e al patrimonio”. La quarta direttrice del piano sono le persone (previste 300 nuove assunzioni) e la tecnologia, con investimenti per oltre 200 milioni in IT. Infine c'è il tema del valore condiviso e dello sviluppo sostenibile.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...