real estate & turismo top

Unipol rilancia la Torre Velasca con cultura e residenze di lusso Domux

di Vincenzo Chierchia


Viaggio nella Torre Velasca

4' di lettura

Si è concluso - fa sapere Unipol - l'intervento di riqualificazione ed allestimento di 13 appartamenti ai piani 19°, 20° e 21° della Torre Velasca, interamente ristrutturati con un attento recupero delle finiture, degli arredi fissi e dell'impianto planimetrico originale. Lissoni architettura con la collaborazione delle aziende Living Divani, Porro, Boffi, Kartell e Flos ha ideato e progettato l'allestimento ed il mood di tutti i 13 appartamenti operando una selezione attenta e puntuale dei singoli pezzi e complementi di arredo, dell'illuminazione e delle cucine.

Ogni appartamento è corredato da posate, stoviglie, piccoli elettrodomestici, televisione e lavatrice. Ci si immerge totalmente nell’atmosfera architettonica degli Anni 50 a Milano (la Torre fu progettata da Bbpr su incarico della Rice e d’intesa con Arturo Danusso e vide la luce nel 1957, diventando uno dei simboli di Milano con grande attenzione da parte del cinema) . Tutti i particolari sono stati studiati attentamente, dallo styling (realizzato da Valeria Girardi), alla scelta di tutta l'oggettistica sino alla selezione ricercata di libri e riviste dedicate al design ed all'architettura - di cui Torre Velasca è icona - messe a disposizione degli ospiti.

Gli appartamenti luxury di Unipol

Gli appartamenti luxury di Unipol

Photogallery42 foto

Visualizza

Gli appartamenti di Torre Velasca fanno parte della Luxury apartments collection di Domux home che - sottolineano da Unipol - trasformerà i viaggi di lavoro e di piacere in un'occasione per guardare e vivere la capitale della moda e del design da un punto di vista privilegiato. La vista è infatti da mozzafiato sulla città di Milano che in questi anni ha fortemente recuperato il senso del living verticale. Il progetto di Unipol è di ampio respiro. Domux home, brand delle locazioni residenziali temporary del gruppo assicurativo, propone appartamenti che integrano lusso e design all'interno di immobili prestigiosi in centro città di proprietà del Gruppo.

La collection di residenze Domux Home è partita da Firenze dal 2017 (Piazza Repubblica, 4 appartamenti e Via Ricasoli, 7 appartamenti). I 7 appartamenti Ricasoli si trovano in una posizione centrale, a soli 600 metri dalla Galleria dell'Accademia e a pochi passi dal Duomo. Situati poi in Piazza della Repubblica Palazzo Levi i quattro attici (open-space) con vista su Santa Maria del Fiore. Gli attici sono ospitati nel Palazzo Levi, storico edificio neorinascimentale costruito sul finire dell'Ottocento. Progettato dell'architetto Giuseppe Boccini dietro commissione del banchiere Levi, il palazzo, di notevoli dimensioni, è conosciuto - tra l'altro - perché vi hanno sede i due caffè storici Paszkowski e Gilli. Torre Velasca a Milano, che conta 26 piani, è parte di Urban Up, il progetto di riqualificazione immobiliare di Unipol volto a valorizzare alcuni tra i più importanti edifici del patrimonio architettonico italiano di proprietà del gruppo.

Le residenze, con vista eccezionale sulla città integrata nella progettazione delle abitazioni con soluzioni molto accattivanti, offronto dunque affitti brevi con prezzi decisamente accettabili rispetto al storia della Torre ed alla atmoisfera che vi si respira. Il prossimo passo di Unipol Domux home a Milano interesserà la Torre GalFa, anch'essa parte del progetto di valorizzazione immobiliare Urban Up, oggetto oggi da un intervento di riqualificazione volto a trasformarla in un building multifunzione all'avanguardia, che ospiterà al suo interno un hotel di lusso business oriented, appartamenti di design e una lounge terrace aperta al pubblico. Torre GalFa viene realizzata tra il 1956 e il 1959 su progetto dell'architetto Melchiorre Bega per ospitare gli uffici milanesi della società petrolifera Sarom. Ceduta nel 1980 alla Banca Popolare di Milano, abbandonata nel 2001, venduta cinque anni dopo a Fondiaria-Sai (anche la Torre elasca è arrivata a Unipol nell’ambito dell’operazione Fondiaria-Sai). Al termine della ristrutturazione che terminerà entro il 2019, la GalFa ospiterà: Innside Melià ( dal piano -2 al 12°), Temporary apartments Halldis ( dal piano 13° al 25°), luxury apartments Domux Home ( dal 26° al 28°) e un ristorante Rooftop (29° e 30° piano) per il quale sono in gara quattro grandi brand internazionali della ristorazione di fascia alta.

Tornando alla Torre Velasca è di particolare rilievo la rassegna Tower tales, ovvero design, art & sound in Torre Velasca, promossa ed organizzata da Urban Up-Unipol Projects Cities: si tratta di un programma di appuntamenti esclusivi che segnano la riapertura alla città degli spazi al piano terra della Torre. Art Tales: Keith Sonnier, artista postminimalista , pioniere nell'utilizzo della luce nella scultura a partire dagli anni Sessanta, sarà il primo protagonista di #Art Tales fino al 16 febbraio 2019 attraverso la proiezione dei suoi video girati negli Anni Settanta, in collaborazione con Converso Offsite. Premier assoluta in Italia, queste opere sono un'espressione inedita della produzione di Sonnier, principalmente conosciuto nel panorama artistico mondiale per le sue neon sculptures.

La rassegna #SoundTales è stata inaugurata il 7 novembre con il concerto del chitarrista di fama internazionale Bill Frisell, il primo di 4 esclusivi appuntamenti con la musica jazz organizzati in collaborazione con Blue note off, il nuovo brand che caratterizza le iniziative musicali del Blue Note “fuori dal Blue Note”. I prossimi appuntamenti vedranno protagonisti Sarah Jane Morris il 22 gennaio 2019, Andrea Motis il 27 febbraio 2019 e Roger Rota che chiuderà la rassegna a marzo 2019. I concerti sono riservati agli ospiti di Domux Home tramite invito. Design tales : a dare l'avvio a Tower Tales, nella rassegna #DesignTales, è stato il lancio della II edizione del Concorso “Velasca Progetto Design. Idee sotto la Torre” in occasione del 60° anniversario dell'inaugurazione della Torre Velasca. L'adesione delle scuole è stata unanime: gli studenti di Domus academy, Ied, Marangoni, Polimi, Naba e Politecnica design si misureranno sul tema della Luce progettando una lampada di design che illumini gli spazi pubblici della Velasca. Saranno presenti nella giuria Gilda Bojardi, Antonio Citterio e Fulvio Irace (il termine per l'invio degli elaborati è il 5 febbraio 2019 e l'evento di premiazione è previsto ad aprile 2019).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...