lo sbarco in Italia

Uniqlo apre a Milano: tutto quel che c’è da sapere sul nuovo store

Il 13 settembre taglio del nastro per il primo negozio del marchio del gruppo giapponese Fast Retaling in Italia. Vi raccontiamo come è fatto e cosa c’è

di Chiara Beghelli


Uniqlo: sbarco travolgente a Milano

4' di lettura

«Prima del taglio ufficiale del nastro saremo lieti di offrire una deliziosa colazione tradizionale, una performance live, regali esclusivi ai primi clienti ad entrare in negozio e offerte speciali su articoli selezionati in negozio»: così, sul nuovo sito italiano di Uniqlo, si saluta l’apertura del nuovo negozio di Milano a Piazza Cordusio 2, che da domani 13 settembre segnerà lo sbarco in Italia del marchio fa capo al gruppo giapponese Fast Retailing.

Uniqlo apre il nuovo negozio a Milano: è il primo in Italia

Uniqlo apre il nuovo negozio a Milano: è il primo in Italia

Photogallery18 foto

Visualizza

L’Italia diventa così il 10° Paese europeo ad avere negozi Uniqlo e il 23esimo nel mondo. Un arrivo atteso da tempo e annunciato lo scorso novembre, per un gigante da 17,9 miliardi di euro di fatturato nel 2018, con 2mila negozi nel mondo e che cercava da tempo una soluzione immobiliare ottimale per il suo debutto italiano.

Cosa succede domani e le “coccole” ai clienti milanesi
La cerimonia ufficiale del taglio del nastro è prevista per il 13 settembre alle 9.30, e sarà presiedutta da Tadashi Yanai, fondatore e presidente di Uniqlo nonché presidente e ceo di Fast Retailing Co. La giornata di apertura sarà celebrata con l’esibizione dei tradizionali percussionisti giapponesi di Taiko. Per l’occasione, i primi 200 clienti in coda riceveranno in regalo una sciarpa in 100% cashmere del valore di 49,90 euro, mentre a tutti, fino a esaurimento scorte, verrò offerto un ventaglio giapponese tradizionale (sensu) in edizione limitata, ideato da Olimpia Zagnoli. Chi spenderà almeno 50 euro durante il weekend d’apertura riceverà in regalo una total bag in edizione limitata disegnata da Olimpia Zagnoli.

Quanto e grande e cosa c’è
Lo store Uniqlo occupa i primi tre piani del palazzo ex Sorgente, costruito nei primi del Novecento su progetto di Francesco Bellorini e Ippolito de Strani. La superficie commerciale si estende su circa 1.500 metri quadri, disposti su tre piani. L’offerta del marchio sarà completa, con le collezioni donna, uomo, kids e baby, ma anche con maglioni in cashmere in 50 colori diversi e la più grande collezione UT (Uniqlo printed T-shirt) di tutti gli store del marchio in Europa, inclusi nuovi design creati in collaborazione con musei locali e artisti che rendono omaggio alla storia e alla cultura di Milano. In questo senso nel negozio trovano spazio anche creazioni di marchi “locali” come Maruni, Medea, Rossignoli e Seletti. In collaborazione con il Museo d’arte orientale collezione Mazzocchi, saranno esposti anche i famosi taccuini di Hokusai, il più grande artista giapponese del XVIII secolo.
Nel negozio saranno ospitate anche installazioni speciali, come quella di Olimpia Zagnoli che interpreta le finestre della città di Milano, e una ispirata alla sostenibilità, “L’acqua è più preziosa dell’oro”, fatta con tagli di denim riciclati dal servizio di orlatura gratuita offerto ai clienti e cuciti insieme con la tecnica giapponese del boro.
Inoltre, una parete del negozio è stata realizzata con la tecnica del Tsuchikabe (“muro di terra”), che prevede l’uso di argille locali, sabbie silicee e paglia di riso ed è stata composta da maestri giapponesi appositamente venuti in Italia.

La galassia Uniqlo, tra maxi store, capsule e testimonial star

La galassia Uniqlo, tra maxi store, capsule e testimonial star

Photogallery28 foto

Visualizza

L’aspetto “green”
Per ridurre l’uso di shopping bag (per quanto di carta) Uniqlo già alla fine di agosto ha deciso di farle pagare 10 centesimi in tutti i suoi negozi europei: il ricavato sarà devoluto in beneficienza a charity:water, una ong che fornisce acqua potabile pulita e sicura alle popolazioni dei Paesi in via di sviluppo. Tutti i negozi europei offriranno borse in tela riutilizzabili ed ecologiche e continueranno a promuovere le borse ecologiche realizzate con bottiglie in Pet. Questa decisione ga parte della politicy si soeytnbiltià di Fast Retailing, che lo scorso luglio ha annunciato di voler eliminare l’uso di plastica non necessaria nella sua catena di approvvigionamento e di voler ridurre dell’85% entro la fine del 2020 la plastica monouso nei punti vendita in tutto il mondo. Ciò include le shopping bag e l’imballaggio dei prodotti e ammonta a circa 7.800 tonnellate all’anno. Uniqlo è peraltro riuscita a ridurre fino al 99% la quantità di acqua necessaria per produrre i suoi jeans.

La storia del marchio e i numeri del gruppo
Il primo negozio Uniqlo è stato inaugurato nel giugno 1984a Hiroshima. Il gruppo Fast Retailing controlla anche altri marchi come Comptoir de Cotonniers, Theory, Princesse Tam Tam e J Brand. Dopo l’Italia, il prossimo nuovo Paese per Uniqlo è l’India, dove sono programmati già tre negozi a Delhi entro la fine di ottobre.
Fast Retailing è una delle più grandi società al mondo di vendita di abbigliamento al dettaglio: nell’anno fiscale 2018, chiuso il 31 agosto 2018, ha registrato vendite per 2,13 trilioni di yen, pari a circa 17,9 miliardi di euro.

Gli italiani ai vertici di Uniqlo Italia
Lo scorso marzo Alessandro Dudech è stato nominato General manager di Uniqlo Italia, mentre Alessandro Poggi ne è il Marketing manager; Dudech, 30 anni, si è laureato in International Economics and Management all'università L. Bocconi, ha poi completato la sua formazione con una specializzazione in Management presso l'università HEC Paris, Francia, nel giugno del 2014. Poggi, laureato in Filosofia e in Marketing e Comunicazione presso l’Università La Sapienza di Roma, ha otenuto un master in Brand Management e Retail Innovation presso la medesima università e uno in Marketing Management e Cool Hunting presso l'istituto Polimoda di Firenze. Collezionista d’arte, è proprietario di Pink0o0Mill, galleria d’arte a Roma.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...