Compagnie aeree

United vuole volare “elettrico” entro il 2026

La compagnia aerea americana ordina 100 aerei regionali a zero emissioni dal produttore svedese, la start up Heart Aerospace

di Mara Monti

American Airlines e Virgin scelgono gli aero-taxi

2' di lettura

United Airlines spinge sull’acceleratore dei voli a zero emissioni e ordina 100 velivoli elettrici da 19 posti prodotti da Heart Aerospace, start up svedese. Altri 100 aerei sono stati ordinati dalla compagnia regionale americana Mesa Airlines e partner di United. La decisione dei nuovi ordini punta a rendere operativo il suo piano di ridurre a zero le emissioni inquinanti entro il 2050. All’inizio dell’anno United si era detta interessata anche all’introduzione in flotta di aero-taxi elettrici e ora con gli aerei regionali fa un ulteriore passo avanti.

Gli aerei regionali elettrici in flotta dal 2026

Il velivolo Heart Aerospace ES-19 è quadrimotore a turboelica con 19 posti e un’autonomia di 400 chilometri. L’obiettivo è di introdurli in flotta a partire dal 2026 dopo avere completato entro i prossimi cinque anni il design, i test e la certificazione.

Loading...

Il braccio finanziario di United Airlines insieme a Mesa Airlines e al fondo di Bill Gates, Breakthrough Energy Ventures acquisiranno anche una partecipazione azionaria nella Heart Aerospace con un investimento di 35 milioni di dollari. Finora la start up svedese ha raccolto 6,7 milioni di dollari e prevede di investirne altri 500 milioni di dollari per sviluppare e certificare l’ES-19.

Un turboelica da 19 posti e autonomia di 400 chilometri

La società con sede a Göteborg è stata fondata nel 2018 come risposta al mandato del governo norvegese di introdurre nei viaggi aerei a corto raggio velivoli elettrici entro il 2040. Per le compagnie aeree, l’ES-19 copre una nicchia nel mercato degli aerei a corto raggio: oggi la maggior parte dei velivoli regionali offre fino a 50 posti una capacità che spesso non si adatta a mercati così piccoli. Heart non sta acquistando o sviluppando nuove batterie specifiche da montare sull’aereo ma utilizzerà i modelli disponibili sul mercato esistente, ovvero della stezzssa tipologia montate in una Tesla, secondo quanto riferito dalla compagnia.

United vuole raggiungere zero emissioni entro il 2050

L’accordo per l’ES-19 è soltanto l’ultimo di United Airlines decisa ad ammodernare la sua flotta e ridurre le sue emissioni inquinanti. E’ di qualche settimana fa il suo ordine più grande di sempre e il più grande di una singola compagnia aerea negli ultimi dieci anni perfezionato con 200 Boeing 737 MAX e altri 70 Airbus A321neo per sostituire i suoi obsoleti e meno efficienti velivoli a corsia singola attualmente in flotta.

Dagli aero-taxi agli aerei supersonici di United

Dai velivoli elettrici a quelli supersonici. E’ di United il primo ordine di velivoli supersonici di nuova generazione prodotti dall’americana Boom Supersonic che la compagnia americana spera di far volare entro il 2029. L’ordine di Boom è arrivato dopo che United ha svelato i piani per far volare gli aero-taxi elettrici su brevi collegamenti fino a 100 chilometri: insieme a Mesa Airlines, la compagnia aerea potrebbe acquistarne fino a 200 dal produttore californiano Archer Aviation per iniziare a volare entro il 2026.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti