grandi eventi

Universiadi, a Napoli tutto esaurito

Grande affluenza di turisti per l’inaugurazione

di Vera Viola


default onloading pic
La fiaccola delle Universiadi in piazza del Plebiscito. (Ansa / Ciro Fusco)

3' di lettura

A Napoli tutto esaurito negli alberghi in vista dell’avvio della XXX Summer Universiade 2019 di Napoli e della Campania: l’afflusso di turisti e accompagnatori degli atleti, forze dell’ordine e giornalisti è più intenso del previsto. «Ritengo che siamo già a quota 40mila arrivi, quelli previsti per l’intero periodo – dice il presidente della sezione turismo dell’Unione industriali di Napoli, Giancarlo Carriero – in città gli alberghi sono tutti pieni. Anche l’indotto è in grande attività».

Per Carriero i primi effetti delle Universiadi, in termini di affluenza turistica, si registrano nel capoluogo, mentre nei prossimi giorni ci si attende maggiore affluenza in altre località, visto che le “olimpiadi” degli universitari si svolgeranno in 33 comuni della regione e in circa 70 impianti, con atleti ospitati in sette villaggi tra le province di Napoli, Salerno e Benevento. Anche l’aeroporto di Capodichino registra un intenso traffico.
Grande attensa per l’inaugurazione
Grande attesa e fermento per l’apertura . Questa sera si terrà la cerimonia di inaugurazione, curata da Marco Balich, a cui parteciperà il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Interverranno ancheil sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il presidente della Regione Vincenzo De Luca, sempre più in polemica l’uno verso l’altro.
La fiaccola da ieri a Napoli
Ieri, alle 18.30 in Piazza Municipio, il sindaco De Magistris ha acceso la fiaccola e percorso un breve tratto, insieme a undici tedofori che hanno continuato poi per Piazza del Plebiscito, fino al lungomare in Piazza Vittoria. Tra questi i campioni Sandro Cuomo, Franco Porzio, Giuseppe Abbagnale, Mauro Sarmiento, Giuseppe Di Capua e Maria Felicia Carraturo. L'ultimo tedoforo sarà Oleg Matytsin, presidente della Fisu (Federazione internazionale spor universitari) che è giunto, con la fiaccola, in Piazza Vittoria.
Inaugurazione curata da Balich
La cerimonia di stasera si terrà nello Stadio San Paolo rinnovato. Da giorni i biglietti sono esauriti. «Sarà uno spettacolo con Napoli e le Universiadi al centro _ dice l’organizzatore di cerimonie olimpiche _ . Unite dalla U, che è la lettera dei giochi universitari ma che nel nostro concept raffigura anche il Golfo di Napoli che abbraccia gli atleti». La serata sarà allietata da tanta musica napoletana, con Malika Ayane e Andrea Bocelli, oltre ad Anastasio, pronto a reinterpretare i Pink Floyd in versione rap.
Grandi numeri: 800 performers a cui si aggiungono 550 volontari. Centrale sarà la figura della sirena Partenope, mascotte delle Universiadi ma anche una ballerina in carne ed ossa che volerà nel cielo di Napoli. E centrali saranno anche le squadre di atleti pronti a sfilare al via del sindaco Luigi de Magistris che darà loro il benvenuto di Napoli prima dei discorsi ufficiali del governatore De Luca e del presidente Fisu Matytsin e della dichiarazione di apertura dei Giochi da parte del presidente Mattarella. A portare i cartelli con i nomi dei Paesi nella sfilata anche 40 migranti che si stanno inserendo a Napoli grazie alla cooperativa Less: «Per ricordarci – aggiunge Marco Balich – che siamo tutti migranti e parte dello stesso mondo».
Fischio d’inizio per i tuffi
Con le qualificazioni delle gare del trampolino da un metro nella piscina della Mostra d’Oltremare di Napoli (che torna teatro dei tuffi 40 anni dopo i voli di Klaus Dibiasi e Giorgio Cagnotto), è cominciata ieri, alle 10 in punto, la XXX edizione delle Universiadi di Napoli . Il primo atleta in gara è stato il cinese Liu Chengming.
In scena la protesta dei dipendenti Whirlpool
«Nello Stadio San Paolo di Napoli ad assistere alla Cerimonia di apertura della Universiade ci saranno anche le delegate e i delegati della Whirlpool che esporranno lo striscione: “Napoli non molla”. Ringraziamo, a nome delle lavoratrici e dei lavoratori, gli organizzatori, le istituzioni locali e il Questore per l'opportunità di poter partecipare all'evento e dare voce ad una vertenza simbolo del nostro Paese che rappresenta il concreto pericolo di desertificazione industriale del Sud», ha detto Francesca Re David, segretaria generale della Fiom-Cgil.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...