Studenti e ricercatori

Università di Bergamo, riduzione straordinaria tasse e nuovi investimenti, utile di 18 milioni

di Redazione Scuola

3' di lettura

Riduzione delle tasse a beneficio degli studenti per il prossimo anno accademico, nuovi investimenti immobiliari e prove scritte anche a distanza nella sessione estiva. Sono le decisioni prese collegialmente dal Senato accademico e del consiglio di amministrazione dell'Università degli studi di Bergamo, che ha approvato il bilancio consuntivo 2020 e un'ulteriore e straordinaria riduzione delle tasse universitarie per gli studenti di tutte le fasce per l'anno accademico 2021/2022.

Investimenti e riduzione delle tasse resi possibili grazie a un utile di esercizio pari a 18.300.000 euro, nonostante le numerose spese per affrontare l'emergenza da Covid-19. È lo stesso rettore dell'Università, Remo Morzenti Pellegrini, a spiegare che «nonostante un anno particolarmente complicato, in cui non sono comunque mancati gli investimenti, l'Ateneo può contare su un utile di oltre 18 milioni di euro che ci permetterà – nell'anno accademico 2021/2022 – di andare ulteriormente incontro a studenti e famiglie, abbassando le tasse universitarie per tutte le fasce di reddito. Un provvedimento straordinario, che va ben oltre la semplice estensione, nell'anno accademico corrente, della No Tax Area a 23 mila euro (confermata anche per il prossimo anno) e la conseguente riduzione della tassazione per gli studenti meritevoli con un Iseeu compreso tra 23 e 30 mila euro. Favorire il diritto alla studio è sempre stata una priorità per il nostro Ateneo, che possiamo garantire anche grazie alla progressiva solidità e alla sostenibilità del bilancio».

Loading...

«Il piano per la contribuzione studentesca per l'Anno Accademico 2021/2022 dimostra la sensibilità dell'Ateneo rispetto ad una tematica tanto delicata, specie in un periodo di grave crisi economica come quello che stiamo vivendo - commenta Michela Agliati, presidente della Consulta degli studenti dell'Università di Bergamo, che da ora in avanti parteciperà alle sessioni del Cda-. Gli elementi positivi sono svariati e possono essere riassunti nell'idea che, ogni studente, in relazione al proprio Isee e indipendentemente dal merito, potrà beneficiare di un'importante riduzione dell'importo del contributo, oltre che, eventualmente, anche di un esonero dal medesimo. Tali previsioni fanno emergere l'attenzione che Unibg riserva alle sue studentesse e ai suoi studenti, nonché alle loro famiglie, anche a fronte della possibilità che la stessa Università non ottenga la copertura del mancato guadagno”.

Un'attenzione riconosciuta proprio in questi giorni dai Rankings 2021 pubblicati da Education Around. Nella classifica che decreta i migliori atenei d'Italia suddivisi per classi di laurea (secondo i criteri di internazionalizzazione, prospettive occupazionali, tirocini, alumni network ed esperienza degli studenti), l'UniBg spicca tra i 63 atenei italiani considerati e, nelle 56 classifiche disciplinari stilate, si ritrova sul podio di molte di queste. Complessivamente, si posiziona al 10° posto nel Ranking 2021.

Il bilancio di esercizio 2020 è segnato dalla straordinarietà dell'emergenza Covid-19 durante la quale l'Università di Bergamo ha dovuto riorganizzarsi e adattarsi in molti modi per fronteggiare l'evolversi della pandemia. Interventi come la sanificazione dei locali, la manutenzione degli impianti di aerazione, l'acquisto di dispositivi individuali di protezione, l'investimento in infrastrutture tecnologiche per l'attuazione della didattica in modalità “blended” hanno comunque comportato per l'Ateneo un incremento dei costi d'esercizio, parzialmente coperti dalle assegnazioni ministeriali e regionali specifiche per fronteggiare l'emergenza sanitaria pari ad 1,87 milioni di euro.

Nel corso del 2020 anche il patrimonio immobiliare di Ateneo è stato interessato dall'avvio di cantieri e dall'esecuzione di nuovi interventi manutentivi e impiantistici volti a conservare e migliorare i fabbricati e a incrementare la qualità della didattica; sono state inoltre concluse attività che consentiranno l'avvio di importanti cantieri nei prossimi anni.

Nonostante le difficoltà e i maggiori costi, il bilancio 2020 non ha registrato contrazioni di risorse e l'esercizio si è chiuso registrando un utile di 18,3 milioni di euro, grazie anche all'aumento dell'assegnazione del Fondo di finanziamento ordinario e a contributi specifici di Regione Lombardia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati