Atenei e ddl bilancio

Università, la manovra proroga la no tax area e gli sconti sulle tasse

Da segnalare, nel bouquet di aiuti destinati alla formazione specialistica, specialmente in tempo di pandemia globale, l’aumento di 4.200 borse per le specializzazioni mediche

di Eugenio Bruno

Così il coronavirus svuota l’Ateneo

Da segnalare, nel bouquet di aiuti destinati alla formazione specialistica, specialmente in tempo di pandemia globale, l’aumento di 4.200 borse per le specializzazioni mediche


2' di lettura

Per abbandonare il penultimo posto per numero di laureati che attanaglia l’Italia da anni non basta un incremento spot dell matricole. Ma servono trend di lungo periodo. È da questa premessa che è partito il ministro Gaetano Manfredi nel mettere a punto il pacchetto di misure per l’università previste in manovra.

Diritto allo studio, gli aiuti diventano strutturali

Al primo punto c’è la proroga degli aiuti contenuti nel decreto Rilancio. I 165 milioni per il diritto allo studio (più 8 per le accademie e i conservatori appartenenti alla galassia Afam) introdotti in via emergenziale prima dell’estate, per effetto della legge di bilancio 2021, vengono prorogati e diventano strutturali. Ciò significa che anche l’anno prossimo gli atenei potranno riproporre la no tax area fino a 20mila euro e gli sconti sulle tasse universitarie fino a 30mila euro (un’asticella che molte università hanno portato ancora più in alto) che già hanno messo in campo per l’anno accademico 2020/21. E che, a giudicare dai numeri in pagina, hanno già dato i primi frutti. Stesso discorso per i 70 milioni aggiunti sulle borse di studio con cui a viale Trastevere sperano di scongiurare il fenomeno tutto italiano degli idonei senza borsa. In un contesto che vede le università private e i collegi universitari guadagnare, rispettivamente, 30 e 4 milioni.

Loading...
I NUMERI
Loading...

Medicina,più borse per gli specializzandi

Nel bouquet di aiuti destinati alla formazione specialistica, specialmente in tempo di pandemia globale, un accenno lo merita anche l’aumento di 4.200 borse per le specializzazioni mediche che possono contare su un finanziamento aggiuntivo di 105 milioni. Buone novità infine anche sul fronte del personale. Sia per le Afam, che portano a casa 85 milioni con cui sarà possibile introdurre, ad esempio, la qualifica del pianista accompagnatore, sia per gli atenei. Per gli aspiranti docenti universitari ci sono infatti 15 milioni in più con cui finanziare le progressioni di carriera (da ricercatore a tempo indeterminato ad associato). E a beneficiarne, a partire dal 2022, saranno in 1.034.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti