Numero chiuso

Università, ministra Messa: annulleremo domande sbagliate test medicina

Da più parti si stanno moltiplicando le segnalazioni circa domande errate contenute nei test, violazioni della regola dell'anonimato, uso degli smartphone nel corso delle prove e altre situazioni che rischiano di inficiare i test di ingresso

Mattarella: non si invochi libertà per sottrarsi a vaccinazione

1' di lettura

“Devo riuscire a fare le graduatorie tenendo conto degli errori, quindi verosimilmente annullando le domande sbagliate o comunque quelle che sono sotto verifica”.

Così la ministra dell’Università Maria Cristina Messa, intervenendo alla trasmissione The Breakfast Club su Radio Capital, in merito alla questione dei presunti errori nelle domande a test di ingresso per il Corso di laurea in medicina.

Loading...

“E poi - aggiunge Messa - vorrei incontrarmi con le commissioni che preparano i test per riuscire a dare qualche cosa di un pochino meno debole per il prossimo anno”.

Il ricorso del Codacons

Il Codacons ha annunciato ieri 7 settembre un ricorso collettivo al Tar del Lazio a tutela dei candidati che non hanno superato le prove.

Da più parti si stanno moltiplicando le segnalazioni circa domande errate contenute nei test, violazioni della regola dell'anonimato, uso degli smartphone nel corso delle prove e altre situazioni che rischiano di inficiare i test di ingresso, spiega il Codacons. A tali irregolarità, si legge in una nota dell’associazione, si aggiungono le criticità insite nel numero chiuso, che danneggiano gli studenti e che alimentano i ricorsi da parte degli esclusi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti