mobilità

Up Design lancia Mole Urbana, quadriciclo elettrico per under 18

Il modello sarà realizzato dalla Pretto di Pontedera e distribuito dalla Movin - Da uno a tre posti, con una autonomia fino a 150 chilometri

di Filomena Greco

default onloading pic

Il modello sarà realizzato dalla Pretto di Pontedera e distribuito dalla Movin - Da uno a tre posti, con una autonomia fino a 150 chilometri


2' di lettura

Design e produzione italiana, con una linea che ricorda le carrozze del Novecento e un business model che guarda al futuro. Si tratta di Mole Urbana, quadriciclo elettrico disegnato da Up Design. Sarà sul mercato entro l’anno e potrà essere noleggiato, e non venduto, a partire dai 14 anni di età. Il prototipo è già pronto e, ad allarme sanitario fintito, si potrà iniziare la distribuzioone.

La previsione è di produrre i primi 50 pezzi entro quest’anno, altri 150 nel 2021, 200 nel 2022 fino a 300 nel 2023. Quello dei quadricicli è un mercato di nicchia, in cui operano in pochi – tra loro Citroen che al Salone di Ginevra del 2019 ha presentato il modello Ami – ma ha grandi potenzialità e una previsione di crescita del 30% in dieci anni. Mole Urbana, racconta il designer Umberto Palermo, punta a raggiungere una quota del 2% in tre anni e del 6% in sei anni.

La mini city car Mole Urbana sarà prodotta ed elettrificata in Toscana dalla Pretto di Pontedera, azienda che lavora già per Piaggio, per la cinese Dongfeng e per la giapponese Isuzu. Mentre la distribuzione e il noleggio saranno affidati alla Movim, azienda leader nel noleggio a lungo termine. Tra le caratteristiche tecniche del velivolo c’è la scelta industriale di non utilizzare stampi per realizzare la carrozzeria ma alluminio estruso, lavorato in particolare dalla torinese Ett1.

E così la piccola maison torinese che ha presentato l’anno scorso la one off Mole Costruzione Artigianale, ora guarda al mercato della nuova mobilità in chiave sharing, un nuovo servizio “sposta persone” integrato nel mondo dei trasporti, da quelli pubblici al car sharing.

Mole Urbana è al 100% elettrica, con una carrozzeria che ricorda i modelli di inizio ’900 e forme futuristiche. È costruita con profili di alluminio, senza l’utilizzo di stampi, proprio per contenere al massimo i costi di sviluppo e produzione. È pensata come un quadriciclo modulare su misura, con taglie diverse – Small, Medium, Large – a seconda dei posti in dotazione, da uno a tre. Una delle versioni sarà pensata per chi non è ancora maggiorenne.

La vettura ha da un minimo di 75 km di autonomia fino a 150 km a seconda delle batterie installate. La velocità si adegua alla regolamentazione dei Comuni, quindi non supera i 50 km orari. Mole Urbana è corredata di un monopattino elettrico per occupante, che si ricarica mediante la dinamo collegata alle ruote del quadriciclo, in modo da affrontare al meglio i percorsi cittadini.

Gli interni

Anche gli interni sono modulari: il volante è una cloche, i sedili sono alti, la plancia è fatta da alveoli di cartone pressato dove si possono riporre comodamente oggetti e borse della spesa. Centrale il tema della sicurezza: a bordo dei modelli destinati ai ragazzi cone meno di 14 anni sarà installata una App per monitorare la guida e adeguare la rata del noleggio alla modalità di guida.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti