ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùcomunicazione digitale

Urban influencer, lo sport da strada cattura i brand

Sempre più aziende preferiscono puntare su giovani talenti di nuove discipline metropolitane

di Marcello Frisone


default onloading pic

4' di lettura

Urban influencer “sportivi” sempre più nel mirino delle società quando si tratta di pianificare operazioni di marketing del proprio brand. Non sono più soltanto gettonati nomi altisonanti con centinaia di migliaia di follower sui social media, ma nelle strategie di marketing di società (sportive e non) vengono adesso preferiti piccoli influencer della “porta accanto”. Insomma, giovani talenti e nuove discipline sportive nate in ambito urbano (si pensi a parkour, breakdance, monopattino freestyle e finanche il surf) suscitano l’interesse dei brand che hanno colto le potenzialità di un ambiente fatto di persone reali e che usano i social media Instagram e Tik Tok (quindi realizzando video e foto di qualità per i rispettivi profili) più di Facebook e Twitter.

Il parkour nella città dei “sassi”

Comunicazioni digitali

Nuove prospettive si affacciano dunque sul fervido mondo delle comunicazioni digitali, terra di conquista sia per brand sia per nuove innovative figure professionali che, dopo aver studiato per anni le dinamiche dei principali social media (come Facebook e Twitter ) e analizzato le migliori strategie per ottimizzare campagne a pagamento, si stanno rendendo conto che il “know how” acquisito, di colpo, è già preistoria. Non è certo colpa loro se i tempi cambiano di fretta tanto da costringere brand e addetti ai lavori a dover “inseguire” le nuove tendenze della comunicazione digitale piuttosto che attendere che un’audience, sempre più attenta e spesso nativa digitale, si “allinei” alle proprie strategie di marketing.

Partire dal basso, dai bisogni

Per andare in questa direzione bisognerebbe partire dall’analisi delle fanbase sui social ma, ancor prima, dai bisogni del target di riferimento, ponendo quindi una visione sociologica del fenomeno anziché di puro marketing. Se infatti è vero che lo stimolo ai consumi passa per la creazione di uno stato di bisogno nel consumatore potenziale, bisognerebbe rendersi conto che una sovraesposizione a continui stimoli, pur attraverso raffinate strategie di interruption marketing sui social (quelle tecniche che puntano a catturare l’attenzione del destinatario del messaggio mentre questo sta facendo altro) e massive campagne di comunicazione su media generici, non restituirà grandi risultati in termini di conversione (se non a fronte di importanti investimenti di budget).

Il follower downsizing

Il “ridimensionamento” del numero dei follower degli influencer sta prendendo piede nella comunicazione digitale dove importanti brand stanno rivalutando nuove strategie di influencer marketing in cui talento, personalità e -soprattutto - credibilità del singolo influencer hanno il primato rispetto al numero dei follower o al numero di apparizioni televisive. Ed è proprio in questo senso che ragazzi che praticano parkour, breakdance, monopattino freestyle hanno suscitato l’interesse di affermati brand internazionali che hanno colto le importanti potenzialità di questo ambiente, fatto di persone reali, che fanno della loro passione una ragione di vita e usano i social principalmente per raccontare al mondo la loro passione.

I social strumento di narrazione

I social media saranno sempre più uno strumento di narrazione delle proprie passioni e del proprio talento, quello coltivato con anni di dedizione, di allenamenti e di cadute (a volte anche fisiche). Sono probabilmente questi aspetti del quotidiano che più di ogni altro raccontano la vita di ognuno di noi. E proprio dalle periferie, dove si creano i movimenti culturali più di tendenza arrivano i nuovi urban influencer, dove al posto di pallottole e droga tipici della cultura rap anni 90 dei ghetti newyorchesi, trovano spazio rail e rampe da saltare con monopattini e bici, muretti da cui lanciarsi con evoluzioni e trick visti prima soltanto al cinema in film come Matrix o Mission Impossible.

la differenza dai «tradizionali»

Belli da vedere questi giovani talenti, ma come si inseriscono nella strategia marketing di un’azienda? «Il segreto e la grande differenza con il mondo degli influencer tradizionali - risponde Corrado Basile, Ceo di Improveconnect fondata nel 2015 - sta nel fatto che questi talenti non hanno bisogno di essere istruiti e formati per promuovere l’energy drink o il brand di abbigliamento del caso, non devono recitare una parte. Sono semplicemente loro stessi, con la propria personalità e dedizione, a trasmettere al pubblico quel feeling positivo verso i brand ai quali vorremo accostarli.

Brand internazionali come Huawei , Puma , Sector - continua Basile -, hanno da subito colto le enormi potenzialità di questo tipo di comunicazione digitale dove il talento del ragazzo della porta accanto ha talvolta più valore di numeri spropositati di follower (con fan base eccessivamente eterogenee), che pure non mancano ai nostri atleti, molto seguiti da un pubblico perfettamente allineato al loro profilo. I nostri atleti sono la risorsa più importante e mettiamo loro a disposizione ogni attenzione di cui possono aver bisogno, dal personal trainer al fisioterapista, dal social media manager al supporto logistico per i loro viaggi, anche in ambito internazionale. Ci piace trattare i nostri ragazzi - conclude il Ceo di Improveconnect - da veri professionisti dello sport, anche se loro rimangono sempre umili, con tanta voglia di migliorarsi e la consapevolezza che il proprio talento è una risorsa da coltivare a fondo per fare della propria passione un vero lavoro».

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marcello FrisoneRedattore

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, inglese, francese

    Argomenti: Sport-Risparmio-Finanza-Norme-Tributi

    Premi: 31 marzo 2017 - Menzione d'eccellenza giornalista economico al premio Loy, banking and finance award

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...