promessa mantenuta di trump

Usa allenteranno i vincoli su emissioni delle auto. Battaglia con la California


default onloading pic
Scott Pruitt, a capo dell’Epa statunitense

2' di lettura

Gli Stati Uniti sono pronti ad allentare i vincoli sulle emissioni di auto e camion. La notizia, circolata nei giorni scorsi, è stata confermata dall'Agenzia americana per la protezione ambientale (Environmental Protection Agency,Epa). Per l'Agenzia la tabella di marcia sul taglio delle emissioni fissata dall'ex presidente Barack Obama non è appropriata e stabilisce degli standard “troppo elevati”. La revisione dell'Epa riguarderà i veicoli immatricolati tra il 2022 e il 2025.

Può allarmare ma non sorprendere una simile decisione alla luce delle idee più volte espresse da Trump su cambiamento climatico - di cui mette in dubbio l’esistenza - e accordo di Parigi - da cui gli Stati Uniti si sganceranno, ha dichiarato l’estate scorsa. Una delle prime decisioni su cui Trump non è tornato indietro è infatti la nomina di Scott Pruitt, un “negazionista” - cioè un funzionario da sempre nemico degli allarmi sui clima che cambia per colpa dell’uomo - a capo dell’Epa, agenzia di esperti e scienziati che in gran parte hanno idee opposte al loro attuale capo e all’amministrazione americana.

L'amministrazione Trump sta facendo quello che aveva promesso. Lunedì la Environmental Protection Agency (EPA) ha comunica che gli standard sono troppo restrittivi: la decisione segna una vittoria delle case automobilistiche che piu' volte hanno detto che le regole erano troppo difficili da rispettare in un periodo in cui la benzina è così economica. I produttori di auto hanno sostenuto che gli standard - che fanno riferimento al periodo compreso tra il 2022 al 2025 e impongono di percorrere circa 36 miglia a gallone - non sono realistici visto che i consumatori continuano a comprare automobili e camion meno efficienti.

Pickup e SUV rappresentano ormai oltre il 60% di quelli venduti sul mercato statunitense e sono anche quelli che inquinano e consumano di più.

L'annuncio potrebbe dare il via a una battaglia legale con la California e altri stati americani che hanno stabilito regole più severe sulle emissioni. Per esempio la California potrebbe vedersi chiedere dal governo federale di attenersi alle nuove regole, mentre in questo momento può scegliere norme più severe, grazie a una concessione inserita nel Clean Air Act.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...