ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl procedimento in corso a New York

Usa, azienda francese Lafarge patteggia 778 milioni per pagamenti a Isis in Siria

Il produttore di cemento francese ha ammesso di avere pagato milioni di dollari allo Stato Islamico per mantenere aperto il proprio sito produttivo in Siria

'Soldi all'Isis in Siria', sott'accusa gruppo Lafarge

1' di lettura

Il produttore di cemento francese Lafarge ha ammesso di avere pagato milioni di dollari allo Stato Islamico per mantenere aperto il proprio cementificio in Siria. Lo ha annunciato il dipartimento della Giustizia Usa, nel procedimento giudiziario in corso a New York. Per i magistrati dell’accusa l’azienda francese ha finanziato il gruppo terrorista in una fase in cui l’Isis rapiva, torturava e uccideva cittadini occidentali.

Le accuse sono state annunciate oggi dai magistrati federali che seguono il procedimento a New York e dai vertici del dipartimento di Giustizia a Washington. Secondo l’accusa, l’azienda francese avrebbe pagato quasi sei milioni di dollari in Siria all’Isis e all’altra organizzazione terroristica attiva nel Paese, il Fronte al-Nusrah.

Loading...

Lafarge ha patteggiato con la giustizia americana una sanzione di circa 91 milioni di dollari e un ulteriore importo forfettario di 687 milioni di dollari, per un totale di 778 milioni di dollari. Si tratta, ha sottolineato il dipartimento di Giustizia, del primo caso di questo tipo perseguito in un tribunale Usa.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti