casa bianca

Usa, Biden sceglie Katherine Tai come rappresentante per il Commercio

Avvocato, origini asiatiche, 45 anni: Tai è attualmente capo consulente commerciale della commissione Fisco e bilancio alla Camera

Il presidente eletto Joe Biden (Reuters)

2' di lettura

Il presidente eletto Joe Biden ha scelto come rappresentante Usa per il Commercio la 45enne Katherine Tai, avvocato, attualmente capo consulente commerciale della commissione Ways and Means (Fisco e bilancio) della Camera. Lo scrivono i media Usa. Se confermata, Tai, che è un'americana di origini asiatiche, sarebbe la prima donna di colore ad avere questa carica. Un ruolo chiave per imporre nuove regole commerciali e negoziare nuove condizioni con la Cina ed altri Paesi.

Accordo di libero scambio nordamericano

Tai è stata una figura chiave nei negoziati con l'amministrazione Trump e la presidente della Camera Nancy Pelosi su un rinnovato accordo di libero scambio nordamericano, che ha approvato sia la Camera che il Senato con schiaccianti maggioranze bipartisan ed è stato firmato da Trump all'inizio di quest'anno.

Loading...

Nonostante la sua reputazione di democratica progressista, è rispettata da entrambi i membri di entrambi i partiti, che hanno elogiato la sua capacità di trovare un terreno comune su questioni spinose come quelle che coinvolgono sia gli affari che il lavoro. Quelle abilità potrebbero tornare utili. Il nuovo capo del commercio dovrà sicuramente affrontare la pressione di interessi in competizione sulla questione se rimuovere o meno miliardi di dollari dai dazi che l'amministrazione Trump ha messo in atto. Inoltre, non è nuova nell'agenzia.

I primi compiti del rappresentante al Commercio

L'amministrazione Trump lascerà del lavoro da fare al responsabile degli Stati Uniti per il Commercio, i cui compiti iniziali potrebbero includere l'applicazione - e possibilmente la rinegoziazione - di un accordo commerciale parziale Usa-Cina, tracciare un percorso per rinnovare l'Organizzazione mondiale del commercio e districare varie controversie sugli scambi commerciali con l'Unione Europea.La gestione delle relazioni con la Cina sarà probabilmente il compito più urgente e di alto profilo, ma Biden ha segnalato che non ha fretta di cambiare o avviare alcuna azione commerciale, impegnandosi invece a concentrarsi prima sugli investimenti interni.

In un rari commento pubblici in agosto, Tai ha esposto quelle che considerava visioni progressiste per il commercio. “Una delle lezioni più importanti è avere un solido sostegno politico - e questo è all'interno del Congresso e anche con il popolo americano in termini di ciò che farai sul commercio”, ha detto in un evento ospitato dal Centro per American Progress, un think tank democratico.

La sfida della Cina

La sfida della Cina non sta scomparendo, ha detto Tai, ma andando avanti gli Stati Uniti dovrebbero essere più strategici sul loro approccio. “Una politica commerciale progressista deve avere elementi sia offensivi che difensivi”, ha detto. “L'offensiva deve riguardare ciò che faremo per rendere noi stessi, i nostri lavoratori, le nostre industrie e i nostri alleati più veloci, più agili, in grado di saltare più in alto, essere in grado di competere più forti e, infine, essere in grado di difendere questo aperto , stile di vita democratico”. Tai, che parla correntemente il mandarino, ha conseguito una laurea in giurisprudenza presso l'Università di Harvard e una laurea di primo livello a Yale.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti