powell: «strategia efficace»

Usa, la Fed allunga le iniezioni di liquidità fino a novembre

Continua l’iniezione di liquidità sul mercato americano da parte della Fed. La filiale di New York ha annunciato aste quotidiane di pronti contro termine a un giorno (repo overnight) fino al 4 novembre

default onloading pic

Continua l’iniezione di liquidità sul mercato americano da parte della Fed. La filiale di New York ha annunciato aste quotidiane di pronti contro termine a un giorno (repo overnight) fino al 4 novembre


2' di lettura

Continua l’iniezione di liquidità sul mercato americano da parte della Fed. La filiale di New York ha annunciato aste quotidiane di pronti contro termine a un giorno (repo overnight) fino al 4 novembre e una serie di otto aste di pronti contro termine (term repo) con scadenza fino a 15 giorni tra il 22 ottobre e il 12 novembre.

I repo a un giorno, si legge sul sito della filiale newyorchese della Fed, avranno un ammontare di almeno 75 miliardi di dollari l'uno, le aste di repo a termine di almeno 35/ 45 miliardi.

Loading...

LEGGI ANCHE / Lavoro Usa: 136mila nuovi posti a settembre. Disoccupazione verso i minimi da 50 anni

Il presidente della banca centrale statunitense, Jerome Powell - anche alla luce dei dati sul mercato del lavoro di settembre, con un tasso di disoccupazione ai minimi da 50 anni al 3,5%- ha dichiarato che «la strategia e i gli strumenti finora adottati dalla Fed sono stati e restano efficaci». Il presidente della Fed, spesso duramente criticata da Donald Trump, ha sottolineato come l’economia americana vada bene nonostante siano innegabili dei rischi. «Come altre economie avanzate - ha detto - l’economia Usa in questa fase deve affrontare sfide di più lungo termine».
E ha concluso: «L'economia americana è messa bene: è compito della Fed mantenerla cosi' il più a lungo possibile».

LEGGI ANCHE / Usa, la Fed carica il “bazooka” con 160 miliardi per dare liquidità al mercato

Le iniezioni di liquidità erano partite il 17 settembre dopo che i tassi sul mercato dei pronti contro termine a un giorno avevano registrato delle inattese tensioni, con un'impennata fino al 10%. Dopo quattro aste di repo consecutive, il 20 settembre la Fed di New York aveva annunciato che avrebbe condotto aste quotidiane di pronti contro termine a un giorno fino al 10 ottobre, puntellate da tre aste di repo con scadenza a 14 giorni.

Con l'annuncio del 4 ottobre la Fed prolunga ulteriormente la liquidità a disposizione del sistema finanziario, con le banche che potranno finanziarsi a brevissimo termine mettendo in garanzia titoli di Stato e altri bond.

Le operazioni, spiega la Fed, hanno lo scopo «di aiutare a mantenere i tassi dei fed funds», cioè il tasso a cui le banche si prestano denaro a un giorno, punto di riferimento per il mercato dei tassi statunitense, «entro il range target» fissato dalla Fed tra l'1,75% e il 2%. Questa mossa dimostra che la Fed è “seria” nel suo impegno di assicurare liquidità al mercato, ha commentato a Bloomberg, Mark Cabana, strategist sui tassi Usa di Bank of America.

«Questo tipo di annuncio, proprio come quello di un paio di settimane fa, è una sorta di 'whatever it takes'».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti