LA PROTESTA

Usa, l’Nba e lo sport si fermano per Jacob Blake. Biden: non è il tempo del silenzio

Dopo il no dei giocatori dei Milwaukee Bucks, rinviate le gare di Nba, Wnba, baseball e soccer. LeBron James guida la protesta: serve cambiamento, siamo stanchi

di Alb.Ma.

Morti e feriti nella notte di proteste in Wisconsin, polizia: "Andate a casa"

Dopo il no dei giocatori dei Milwaukee Bucks, rinviate le gare di Nba, Wnba, baseball e soccer. LeBron James guida la protesta: serve cambiamento, siamo stanchi


2' di lettura

Il primo no, clamoroso, arriva dall’Nba: i 16 cestisti dei Milwaukee Bucks «si barricano negli spogliatoi» e rifiutano di scendere in campo per la gara 5 dei playoff contro gli Orlando Magic. Da lì è un effetto a catena, con altre due gare che saltano e la protesta che dilaga tra basket femminile, baseball e calcio.

Lo sport statunitense boicotta uno dei momenti più caldi della stagione per manifestare contro l’ultimo episodio di violenza della polizia ai danni di un afroamericano, i sette colpi di pistola alla schiena che hanno paralizzato Jacob Blake a Kenosha (Wisconsin) e scatenato un’ondata di indignazione che ricalca quella per l’omicidio di George Floyd e il movimento Black lives matter. LeBron James, stella dei Los Angeles Lakers, ha aderito da subito alla protesta: «Vaff... quest’uomo (forse Trump, ndr) - ha scritto su Twitter - Vogliamo cambiamento. Siamo stanchi».

Saltano i tre match della Nba, stop anche a basket femminile, baseball e soccer

Il boicottaggio dei Bucks è servito solo a rompere il ghiaccio. Gli avversari dei Magic, scesi regolarmente sul parquet, sono tornati negli spogliatoi e hanno rifiutato di incassare la vittoria a tavolino per il forfait della squadra di Milwaukee. Nella stessa giornata, un comunicato congiunto della Nba e del sindacato dei giocatori National Basketball Players Association (Nbpa) ha ufficializzato il rinvio delle altre due gare in tabellone, quelle fra Oklahoma City Thunder e Houston Rockets e Los Angeles Lakers e Portland Trail Blazers.

Sono bastati pochi minuti perché la Women's National Basketball Association, la lega professionistica femminile di pallacanestro, decidesse di fare lo stesso e sospendere lo scontro fra Washington Mystics e Atlanta Dream e gli altri due match sul tabellone. Un esempio seguito dalla Major League Baseball e la Major League Soccer, con tre e cinque partite rinviate per il rifiuto dei giocatori di scendere in campo. Tutto regolare nell’hockey, anche se la National Hockey League, anche se il vice-commissario di Lega Bill Daly ha precisato che i giocatori sono «ovviamente» liberi di esprimere il proprio dissenso come ritengono.

L’appoggio di Biden: non è il tempo per silenzio

Il boicottaggio potrebbe espandersi ancora. La gara prevista per il 27 agosto fra i Boston Celtics e i Toronto Raptors è in forse, mentre i giocatori hanno programmato un faccia a faccia per discutere sull’opportunità di aderire alla protesta che ha congelato l’industria multimiliardaria dello sport Usa. Il caso non ha potuto che sbarcare anche nella campagna elettorale per le presidenziali di novembre.

Joe Biden, candidato democratico alla Casa Bianca, si è schierato apertamente con la scelta dei Bucks. In un tweet, Biden ha rilanciato il comunicato dei giocatori ed espresso la sua vicinanza alla protesta: «Questo momento richiede leadership morale - ha scritto - E che questi giocatori si alzino, parlino e usino le loro piattaforme social per il bene. Non è il tempo per il silenzio».

L’ex presidente Barack Obama si è «congratulato» con i Bucks e i giocatori di Nba e Wnba per aver «dato l’esempio» e sollevato il caso nello sport professionistico. Su sponda repubblicana, gli entusiasmi sono più tiepidi (o del tutto assenti). Jaimy Blanco, candidata texana al Congresso, ha risposto polemicamente al tweet di LeBron James: «Quando noi fan potremo partecipare alle partite - ha scritto . domandati perché i palazzetti saranno vuoti».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti