coronavirus nel mondo

Usa, via libera Fda al vaccino Pfizer BioNTech. Trump: somministrazione in 24 ore

Gli Stati Uniti sono il quinto Paese ad autorizzare le dosi, a poche ore di distanza dal Messico. Pressing della Casa Bianca

Rapporto Fda: "Vaccino Pfizer efficace e sicuro"

3' di lettura

La Fda statunitense ha autorizzato l’uso del vaccino di Pfizer e BioNTech. Il disco verde dalla Food and Drug Administration dà di fatto il via libera alla distribuzione immediata di milioni di dosi di vaccino negli Usa, circa 2,9 milioni. La prima somministrazione su un cittadino americano, ha affermato il ministro della Sanità Alex Azar, potrebbe avvenire già lunedì, se non prima. I primi a essere vaccinati, secondo i criteri già stabiliti dalla Fda, saranno il personale medico e ospedaliero in prima linea e gli ospiti delle case di riposo e di lunga degenza.

Autorizzazione «d’emergenza»

«Autorizzo l’uso di emergenza del vaccino Pfizer-BioNTech per la prevenzione del Covid-19». Così il capo degli esperti della Fda, Denise Hinton, ha comunicato la decisione dell’agenzia alla direzione della Pfizer. La decisione apre la strada alla distribuzione del vaccino in tutto il Paese. «Abbiamo già cominciato a spedire i vaccini in ogni Stato», ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un video su twitter, aggiungendo che saranno i governatori a decidere chi riceverà per primo il farmaco nei loro Stati.

Loading...

Il pressing della Casa Bianca

Il via libera della Fda è arrivato dopo una giornata carica di tensione in cui, secondo alcune fonti citate dal Washington Post, la Casa Bianca sarebbe arrivata a minacciare il siluramento del numero uno dell’agenzia federale, Stephen Hahn, se l’autorizzazione all’uso del vaccino non fosse arrivata entro la giornata di venerdì. Inizialmente era prevista per sabato 12 dicembre. Pfizer ha un accordo col governo Usa per la fornitura di 100 milioni di dosi entro il mese di marzo. La somministrazione sarà gratuita.

Trump: vaccinazioni al via in meno di 24 ore

Il presidente uscente Donald Trump ha detto che le vaccinazioni contro il Covid-19 inizieranno nel Paese «tra meno di 24 ore», dopo il via libera alla distribuzione. «Abbiamo già iniziato a inviare il vaccino a tutti gli Stati», ha detto Trump in un video su Twitter. «La pandemia potrebbe essere iniziata in Cina, ma le stiamo ponendo fine proprio qui negli Stati Uniti», ha aggiunto, attribuendo al suo Paese il vanto di aver compiuto un «miracolo medico» sviluppando «un vaccino sicuro ed efficace in meno di nove mesi».

Messico quarto Paese a dare il via libera

Il via libera statunitense al vaccino Pfizer-BioNTech arriva a poche ore di distanza da quello del Messico dove L’autorità sanitaria messicana, la Cofepris, ne ha già approvato la commercializzazione. Lo ha annunciato il sottosegretario alla Salute messicano Hugo Lopez-Gatell. «Il Messico è il quarto paese la cui agenzia di regolamentazione sanitaria ha dato il via libera al vaccino della Pfizer-BioNTech», ha detto Lopez-Gatell in una conferenza stampa. Lo hanno già fatto Gran Bretagna, Bahrein e Canada. Il governo messicano ha annunciato che inizierà le vaccinazioni contro il coronavirus alla fine di dicembre, con un primo lotto di 250mila dosi per immunizzare 125mila persone, poiché il vaccino richiede due somministrazioni. La priorità andrà al personale medico che combatte in prima linea nella pandemia, e le prime dosi verranno somministrate solo a Città del Messico e nello Stato settentrionale di Coahuila, a causa delle esigenze di trasporto e conservazione del vaccino.

Accordo per 34,4 milioni di dosi

Il Messico ha firmato un accordo per l’acquisto di 34,4 milioni di dosi del vaccino Pfizer. Dopo il primo ciclo di vaccinazioni, spera di raggiungere un tasso di un milione di somministrazioni al mese tra gennaio e marzo e di 12 milioni ad aprile. Il Messico ha anche accordi preliminari di acquisto con il progetto cino-canadese CanSinoBio per 35 milioni di dosi del suo vaccino, e con l'azienda britannica AstraZeneca per 77,4 milioni di dosi. Con oltre 113.000 morti e 1,22 milioni di casi di Covid-19 il Messico, che conta 128 milioni di abitanti, è il quarto paese più colpito al mondo.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti