ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùReati contro le imprese

Usura diffusa, ma nessuno chiede aiuto

Poche le denunce

di Michelangelo Bonessa

2' di lettura

L’usura e l’estorsione sono ovunque in Lombardia, ma nessuno chiede aiuto all’apposito fondo. Sembra singolare, ma «per quanto riguarda il “Bando per l’assegnazione di contributi per interventi in favore delle vittime del reato di usura e di estorsione” nel biennio 2020-2021 non sono state presentate richieste», chiarisce l’ultimo monitoraggio regionale. Eppure risulta strano perché se ci sono due reati in cui si esercitano tutte le organizzazioni criminali in tutte le province lombarde sono proprio questi due. Il fondo regionale è stato studiato proprio per sostenere le imprese in teoria più esposte agli alti e bassi del mercato.

«Obiettivo dell’intervento è quello di finanziare le Micro Piccole e Medie Imprese (Mpmi) con sede operativa in Lombardia per facilitare il ricorso alla composizione delle crisi da sovraindebitamento presso gli organismi accreditati in Lombardia, al fine di avviarne l’esdebitazione e contribuire così alla prevenzione della vera e propria insolvenza e il conseguente rischio di ricorso a pratiche illegali come l’usura», si legge nel report. Il mezzo per raggiungere lo scopo è l’emissione di un voucher che può arrivare fine a 4mila euro e i fondi non mancherebbero neppure: «75mila euro di cui 25mila a valere sul bilancio regionale 2019 e 50mila a valere sul bilancio regionale 2020; Unioncamere Lombardia è soggetto attuatore, cui sono state trasferite le risorse», viene spiegato nel documento.

Loading...

Il sistema pare non funzionare, tanto che la Commissione speciale antimafia del Consiglio regionale ha prima rilevato «la necessità di mettere mano ad alcuni strumenti di intervento previsti dalla legge regionale che hanno evidenziato qualche criticità di attuazione» e poi «ha manifestato l’intenzione di rivedere gli strumenti regionali di sostegno alle vittime di usura (artt. 24-30) anche per tenere conto delle difficoltà riscontrate nell’emersione del reato che di fatto bloccano sul nascere la possibilità di aiutare le vittime, come evidenzia sia il basso numero di denunce per questo tipo di reato».

Il vero tema è che le organizzazioni criminali sono più rapide delle amministrazioni pubbliche a soddisfare le necessità delle imprese in difficoltà. Anche se poi il destino delle stesse risulta inevitabilmente segnato.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti