atecnica

Utensili e serramenti a portata di click

Da San Giovanni Teatino l’e-commerce di forniture aziendali

di Michele Romano

Da San Giovanni Teatino l’e-commerce di forniture aziendali


2' di lettura

«La sfida è stata doppia: inserirsi in un segmento che in Italia era praticamente sconosciuto e rendere globale una start-up di provincia, farla essere credibile per clienti e fornitori». Quella di Davide Di Renzo, è stata e resta una sfida senza confini: il fondatore e oggi amministratore veniva da un’esperienza ultradecennale nel settore elettrico e dell’automazione per porte e cancelli e grazie agli innumerevoli viaggi all’estero ha fiutato «l’immenso potenziale del mercato digitale». Era il 2016 e Atecnica era un computer, pochi prodotti e una dependance di 30 metri quadri della casa dei genitori trasformata in ufficio, a San Giovanni Teatino, in Abruzzo; oggi è un e-commerce di prodotti per l’automazione per porte e cancelli e per forniture aziendali, un’azienda che ha l’Europa come primo mercato di riferimento, che produce utili e che a fine anno chiuderà con circa 3 milioni di fatturato e una crescita del 50% rispetto al 2019.

Dietro la parola crescita ci sono due driver: le competenze e la squadra. «Conosciamo i prodotti che vendiamo, per noi non sono codici – dice Di Renzo -: per quanto il mercato digitale offra la possibilità di esporre le caratteristiche dettagliate del prodotto, al momento non sempre riesce a dare risposte ai quesiti posti dai clienti, soprattutto in un settore estremamente tecnico come il nostro». Proprio questo aspetto li rende competitivi anche rispetto ai grandi marketplace. Ma non basta. «Sono stato e resto un tecnico, un grafico, un commerciale, un buyer – aggiunge -. Ciò che è cambiato in questi anni è che non sono più solo». In azienda sono in 8 (3 assunti in piena emergenza Covid, tutti under 40, e ognuno di loro «crede nel progetto e non vede confini, ma infinite possibilità di crescita e sviluppo».

Loading...

Due di queste sono vere e proprie business unit: il Centro di assistenza pre e post vendita, un servizio non comune tra chi vende solo online, e il Reparto produttivo, nuove funzioni che sostengono il core business aziendale. L’ultima, in particolare, è un piccolo seme di un nuovo progetto: «Ci occupiamo di progettazione, sviluppo e produzione di prodotti a marchio interno». Un nuovo business, quest’ultimo, forte dell’esperienza di alcuni dipendenti con una maggiore esperienza nel campo dell’automazione.

Contemporaneamente, Di Renzo continua a investire in tecnologia, perché «l’asticella si è alzata per tutti gli operatori del mercato digitale, grandi e piccoli che siano»: significa anche potenziamento della logistica e nuove assunzioni. Oggi, Atecnica può contare su 4mila mq. di spazi, ma dislocati su tre sedi in città, «con tutti i limiti che ciò comporta, per cui l’obiettivo nel breve periodo è di unificarle in un unico quartier generale».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti