DIAGNOSTICA

Utile in crescita dell’8,5% per Diasorin

Ricavi in aumento del 6,3%, bene le vendite di immunodiagnostica

default onloading pic

Ricavi in aumento del 6,3%, bene le vendite di immunodiagnostica


1' di lettura

Diasorin chiude i primi nove mesi dell’anno con un utile netto di 126,7 milioni, in crescita dell’8,5% sullo stesso periodo di un anno fa. I ricavi sono saliti del 6,3% a 525,1 milioni. Nel periodo è stato positivo l’andamento delle vendite di immunodiagnostica guidato dalla crescita delle vendite di test Clia al netto della Vitamina D (+11,4%) e dal business di diagnostica molecolare (+14,6%). L’effetto cambi ha inciso positivamente sul fatturato dei primi nove mesi per un importo pari a circa 10,3 milioni di euro. L’ebitda è stato di 208,9 milioni di euro, in crescita dell’11,7%, con un’incidenza sul fatturato pari al 39,8%. L’ebit è stato di 165,6 milioni di euro, +10,9%, con un’incidenza sul fatturato del 31,5%.

Nel terzo trimestre 2019 i ricavi sono pari a 174,8 milioni di euro, in aumento del 7,4% rispetto allo stesso periodo del 2018, l’ebitda di 69,7 milioni (+18,3%), l’ebit di 55,4 milioni (+19,7%) e l’utile netto di 42,7 milioni (+18,9%). La società ha inoltre confermato la guidance 2019 a tassi costanti per ricavi in crescita tra 5-8% e un Ebitda margin comparabile a quanto registrato nel 2018. Dopo la diffusione dei dati il titolo dell’azienda è scattata in Borsa, guadagnando oltre il tre per cento.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti