ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùturismo

In viaggio tra 16 e 18 milioni di italiani in viaggio (+10%), boom di stranieri e mercatini

Presentate le previsioni Confturismo-Confcommercio e Federturismo-Confindustria

di Vincenzo Chierchia

default onloading pic

Presentate le previsioni Confturismo-Confcommercio e Federturismo-Confindustria


3' di lettura

Positive le attese di Confturismo-Confcommercio e Federturismo-Confindustria: 16/ 18 milioni di italiani in viaggio, il 10% in più dell'anno scorso, perlopiù tra Natale, Capodanno ed Epifania. Il 76% resterà in Italia tra montagna e citta d'arte. Mete preferite: Toscana, Trentino-Alto Adige, sia per la montagna sia per i tradizionali mercatini natalizi, e Lombardia. Il restante 24% punterà invece Oltralpe, principalmente in Spagna, Inghilterra, Austria, Germania e Francia ma anche, uscendo dall'Europa, in Egitto, Stati Uniti, Canada, Kenya, Tunisia e Maldive. In totale gli Italiani per le vacanze spenderanno mediamente 1.180 euro. Si consolida anche la crescita dell'Africa: il mercato raggiunge il 12% grazie al traino del Sud del Mediterraneo; bene le mete asiatiche.

Lo scenario

Nel primo trimestre 2020 la spesa turistica degli stranieri in Italia supererà di oltre 1,3 miliardi quella degli italiani all'estero: un surplus importante per la bilancia dei pagamenti, al quale contribuiscono principalmente i viaggiatori tedeschi e statunitensi, ciascuno con il 13% del totale, ma anche francesi con il 10% e inglesi con il 9%. Continua prepotentemente sul mercato la concorrenza di destinazioni come Egitto e Turchia che, anche per quest'inverno, avrà una crescita a doppia cifra con alcune destinazioni, come Antalya, che trainano il mercato. Il mercato della Tunisia supererà i 9 milioni di visitatori nel 2019 e nel corso dell'inverno continuerà la sua crescita anche se non ai ritmi precedenti. Un rallentamento, dopo anni di ottimi risultati, anche per Spagna, Portogallo e Croazia.
«Oltre 18 milioni di Italiani partiranno per queste festività natalizie, di fine anno e dell'Epifania, sebbene molti si siano decisi nelle ultime 3 settimane - commenta Luca Patanè, presidente Confturismo Confcommercio -. Il turismo, però, è il grande assente nella manovra di bilancio 2020, dove quasi non è neanche citato, ma continua a trainare l'economia nazionale, a partire dalla bilancia dei pagamenti, sulla quale farà registrare, nel primo trimestre 2020, un saldo attivo di più di 1,3 miliardi, che si sommano agli oltre 17 miliardi del 2019».

Timori per Brexit

Timori diffusi per la Brexit. «Guardando alle aziende del segmento luxury verso l'Italia c'è già stata una contrazione dei flussi - ha aggiunto Patanè -. Bisogna vedere come il Regno Unito uscirà dall'Europa, è inutile fare ipotesi prima. Tutto è correlato alle aspettative di reddito».

L’indagine Federturismo

Saranno 16 milioni gli italiani che andranno in vacanza tra Natale e Capodanno scegliendo di rimanere in gran parte entro i confini nazionali. Ma il nostro Paese conquisterà anche gli stranieri, in particolare americani e francesi che visiteranno le città d'arte (Roma e Firenze innanzitutto) e le nostre splendide località montane dove, soprattutto in Valle d'Aosta e in Trentino Alto Adige, si prevede un vero boom di presenze (+2% ) grazie anche ai numerosi e comodi collegamenti ferroviari.

L’effetto treno

Saranno circa 11 milioni i viaggiatori che sceglieranno i collegamenti di Trenitalia durante le festività natalizie, in particolare da oggi fino all'Epifania. Circa 7 milioni sceglieranno i treni regionali, 3 milioni il network delle Frecce e un milione i treni a media e lunga percorrenza.
Le mete del Sud sono le più richieste: la Puglia, anche grazie all'aumento dei collegamenti nel fine settimana da e per Lecce; Calabria e Campania, con più fermate a Napoli Afragola e Napoli Centrale delle Frecce.
In aumento i viaggi verso le città d'arte, come Milano, Firenze, Roma e Napoli e in incremento anche le prenotazioni per le mete invernali (Bolzano, Bardonecchia e Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere), località raggiungibili con il Frecciarossa da domenica 15 dicembre.
Si stima che sulle vette l'occupazione negli alberghi a Capodanno dovrebbe superare il 70% delle camere disponibili – con un'ulteriore accelerata (tra il 3 e il 4%) per il week end lungo dell'Epifania.
Rispetto agli anni scorsi, si allunga sia la durata media della vacanza che la prenotazione con largo anticipo.

Vacanze all’estero

La durata media del viaggio all'estero è di 8 giorni, che si riducono a 5 nel caso di Europa ed Emirati Arabi mentre salgono a 10 per le destinazioni intercontinentali. Londra, Vienna e Praga rimangono in testa alle preferenze di chi andrà all'estero senza fare troppa strada mentre si assiste ad un calo di Berlino e Madrid. Chi propenderà per mete più esotiche opterà per Maldive, Caraibi, Thailandia, Zanzibar, con ampio gradimento anche per il vicino Mar Rosso dove si consolida il ritorno ai grandi numeri del passato. La spesa pro capite si aggirerà mediamente intorno ai 700 euro per 4 notti in Italia (comprensive di trasporto, alloggio e cibo) e 1.700 euro per un pacchetto all'estero.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti