Viaggi

Vacanze 2021: sei hotel italiani campioni di sostenibilità e amici dell'ambiente

Monasteri trecenteschi, canapa house o eco-lodge immersi in un'oasi WWF. Dall'Umbria alla Sardegna, gli indirizzi per una vacanza rigenerativa

di Alexis Paparo

4' di lettura

Le vacanze estive 2021 saranno ancora per gran parte italiane. Secondo una recente indagine di Demoskopika, in collaborazione con l'Università del Sannio, l'86,8 per centro degli italiani punterà alla riscoperta del territorio nazionale e solo il 13,2 per cento avrebbe scelto come destinazione l'estero. Di questi, l'11,1 per cento una meta europea e il 2,1 per cento una destinazione extra Ue. Ma non saremo soli: l'allentamento delle misure restrittive per i viaggiatori stranieri, il green pass, il piano vaccinazioni e, non da ultimo la probabile cancellazione del coprifuoco dal 21 giugno, dovrebbero portare in Italia un + 12 per cento di presenze anche estere rispetto al 2020. Questa selezione vuole puntare l'attenzione su destinazioni e strutture meno note e fuori dai grandi circuiti turistici, dove ecodesign e tutela ambientale diventano parte di un progetto più ampio di rigenerazione di sé.

OrtoPì Country Canapa House, a Porto Recanati, è la Best Green Accomodation Italia 2021 del Green Travel Award 2021, il premio per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile del Gruppo Italiano Stampa Turistica. La struttura, interamente costruita in calce e canapa, ha uno stile minimal ma non freddo, ed è un invito a scoprire e sperimentare in prima persona le capacità e la duttilità di quella che è stata definita la pianta del futuro. Nelle camere, la biancheria è in tessuto di canapa, cucita a mano da sarte locali, e ogni elemento d'arredo è un pezzo unico. Anche il bistrot propone piatti a base di canapa, sperimentando in modo creativo olio, semi e farina.

Loading...

Ortopì Country Canapa House a Porto Recanati.

La Glass House & Spa , sulle colline del Monferrato, ha vinto il Green Travel Award 2021 come Best Bio SPA. Non si tratta di un hotel ma di una singola suite per due, totalmente immersa nel bosco grazie a pareti e tetto di vetro. Realizzata come prototipo per il Salone del Mobile 2016, è stata completamente rinnovata nel 2021 e ha al suo interno il miglior design italiano di alta gamma, l'eccellenza della domotica, del comfort e del benessere grazie a sauna, bagno turco e vasca idromassaggio privati.

Glass House.

Faro Capo Spartivento a Chia, in provincia di Cagliari, è un faro del 1854, ancorato sul promontorio granitico a picco sul mare, e trasformato in hotel con un restauro guidato dai principi della bio-edilizia. Circondato da un'area naturale protetta e riservatissima, ha dieci suite, ma si può anche riservare interamente. Una sorta di cittadella green, con chef a disposizione 24 ore al giorno, biblioteca e sala cinema, dove l'energia viene dai pannelli fotovoltaici e un dissalatore e un impianto di fitodepurazione permettono una gestione a impatto quasi zero dell'acqua.

Faro Capo Spartivento in Sardegna.

Dal 1° giugno apre le sue porte l'Oasy Hotel all'interno di Oasi Dynamo, una riserva naturale affiliata al WWF di mille ettari a San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia. È la prima struttura realizzata in Italia in base ad un progetto più ampio, che prevede la creazione di aree ricettive all'interno delle oasi affiliate WWF. Una nuova idea di ospitalità senza soluzione di continuità con la natura, costituita da 16 eco-lodge in legno con grandi verande e 1 loft. I comfort sono quelli di un hotel di lusso, inclusi grande privacy e distanziamento dalle altre costruzioni e totale immersione nel paesaggio. I due ristoranti della struttura offrono menu km 0 prodotti dall'azienda agricola dell'hotel, che si occupa di conservare la biodiversità dell'oasi attraverso la ricerca scientifica ed attività di agricoltura e allevamento. Trekking, biking, kayak, stand up paddle, passeggiate a cavallo o con esperti sono alcuni modi per esplorare il territorio. Completa il tutto un centro che permette a studenti e ricercatori di approfondire tematiche inerenti alla flora e alla fauna dell'Appennino.

Uno dei lodge dell' Oasy Hotel.

Immerso nella Riserva della Biosfera Monte Peglia, Eremito è un ex monastero circondato da 3mila ettari di boschi. È stato convertito in struttura ricettiva secondo i principi della bio-edilizia e bio-architettura senza intaccare il valore storico dell'edificio- Il focus qui è la rigenerazione fisica e mentale, una sorta di soggiorno spirituale perfetto anche per solo travellers. È infatti uno dei primi hotel “digital detox” in Italia: nessuna connessione wi-fi, nessun telefono o tv, nessun disturbo di qualunque tipo, per riconnettersi con se stessi. Di certo aiutano l'hammam e la piscina cromoterapica, la sala yoga con vista sull'infinito, il menu vegetariano radicato nella tradizione umbra, con ingredienti che provengono direttamente dall'orto biologico.

Un'area comune dell'Eremito Hotel in Umbria.

Il resort Valle dell'Erica , affacciato sul parco marino Bocche di Bonifacio dell'Arcipelago di La Maddalena e della Corsica, è stato premiato come migliore green resort d'Europa ai Word Travel Awards 2020. Immerso in quasi trenta ettari di parco e affacciato su una spiaggia di sabbia bianca, il resort utilizza solo energia da fonti rinnovabili e veicoli elettrici. Il centro benessere e le stanze sono forniti di prodotti cosmetici ecobio, così come tutti i detergenti utilizzati per la pulizia. Gli arredi, come il cibo e le materie prime, sono il più possibile a chilometro zero. In più, il Valle dell'Erica è corporate golden donor, a sostegno del FAI, nella tutela del patrimonio culturale e naturalistico italiano.

Una vista panoramica del Valle dell'Erica Resort Thalasso Spa in Sardegna.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti