SICUREZZA 

Vacanze con il virus: dal pulsossimetro al pc antibatterico, i gadget high tech da mettere in valigia

Mascherine e gel sono fondamentali. Ma per chi è particolarmente attento alla propria salute può acquistare online saturimetro portatile, termometro digitale e altri gadget high tech utili per affrontare il coronavirus in viaggio

di Gianni Rusconi

E' boom camper per vacanza post Covid

Mascherine e gel sono fondamentali. Ma per chi è particolarmente attento alla propria salute può acquistare online saturimetro portatile, termometro digitale e altri gadget high tech utili per affrontare il coronavirus in viaggio


4' di lettura

Voglia di vacanze estive, voglia di tornare a viaggiare. Ora è possibile farlo, disponibilità economiche ovviamente permettendo, ma al momento di chiudere valigie, trolley o zaini: quali accessori, tecnologici e non, portarsi appresso per essere più protetti? La sicurezza prima di tutto, ed ecco che nella lista di oggetti da non dimenticare entrano di diritto i prodotti anti-contagio: disinfettanti per le mani e salviettine antisettiche (con almeno il 60%-70% di alcol, il minimo necessario per essere efficace contro i virus), le immancabili mascherine, un termometro digitale a infrarossi per rilevare le temperature senza contatto e per chi è particolarmente attento alla propria salute anche un saturimetro portatile. E se i gadget tech non possono mai mancare, ve ne sono alcuni che offrono funzionalità sicuramente utili per affrontare il coronavirus in viaggio.

Mascherina Narvalo

Mascherine connesse

Quella dell'italiana Narvalo, startup milanese nata come spin off del Politecnico, è una mascherina FFP3 con la peculiarità di potersi connettere via apposita app con lo smartphone per fornire un'analisi in tempo reale della qualità dell'aria e verificare lo stato della propria protezione. Denominata Urban Mask e realizzata in tessuto 3D, è stata disegnata per essere anche bella esteticamente, oltre che lavabile e idrorepellente, ed è dotata di una valvola intelligente ad espirazione facilitata che, ottimizzando il deflusso di aria, impedisce l'accumulo di calore e di umidità. Il suo plus? Riesce a filtrare il 99,9% degli agenti inquinanti oltre a virus, batteri, polveri ed odori grazie allo strato in carbone attivo. Nella confezione è previsto un tappo “anti-Covid” che, se applicato, blocca la fuoriuscita di goccioline anche durante l'espirazione. Il minus? Il costo, fissato (salvo promozioni tutt'ora in corso), a 89 euro.

Pulsossimetro Ihealth Air

Pulsossimetro da viaggio

Determinare con molta semplicità la saturazione di ossigeno nel sangue arterioso, la frequenza cardiaca e l'indice di perfusione: nei mesi della quarantena, quando la curva dei contagi era ancora in salita, il pulsossimetro era uno degli apparecchi medicali più ricercati. A lockdown terminato, chi si mette in viaggio per alloggiare in una casa vacanza magari un po' isolata potrebbe pensare di mettere in valigia questo apparecchio piccolo e leggero che risulta essere particolarmente indicato per persone affette da insufficienza cardiaca, malattie polmonari croniche e asma bronchiale. In commercio si trovano parecchi modelli basic, anche a partire da 30 euro (su Amazon.it per esempio), mentre per chi vuole un prodotto più performante la serie PO 40 di Beurer (82 euro sul sito di Mediaworld) offre un display a colori con quattro prospettive di visualizzazione degli alert che segnalano i parametri fuori norma e la possibilità di essere utilizzato anche durante attività sportive in altitudine. L'iHealth Air costa un po' di più (a partire 95 euro su alcuni siti online) ma ha il vantaggio di poter visualizzare le misurazioni della saturazione e delle pulsazioni anche sul proprio dispositivo mobile tramite l'applicazione iHealth MyVitals, scaricabile gratuitamente dall'Apple Store.

Orologio Garmin

Smartwatch e AI per identificare i profili di rischio

Avere un pulsossimetro al polso non è sinonimo di rinuncia a uno dei vezzi tecnologici degli ultimi anni, lo smartwatch. Alcuni modelli di fascia medio alta sono infatti dotati dei sensori che permettono di rilevare la saturazione dell'ossigeno nel sangue e il battito cardiaco e in combinazione con un'apposita app possono rilevare e visualizzare i parametri misurati dal dispositivo per fare un primo screening sulle condizioni di salute della persona. La famiglia Fenix di Garmin risponde per esempio a questi requisiti e a braccetto con l'applicazione sviluppata dall'azienda romana Healthia, che elabora le informazioni acquisite tramite intelligenza artificiale per costruire i profili di rischio dei singoli utenti, permette di eseguire diagnostica a distanza e monitorare a distanza le persone potenzialmente positive al Covid-19. Gli ultimi modelli della serie Fenix 6S Solar e 6 Pro Solar, a partire da 749 euro) (sono dispositivi a ricarica solare, dotati di connettività Wi-Fi e compatibili con smartphone Android e iOs.

Notebook Satellite con rivestimento antibatterico

Il notebook con rivestimento anti batterico

Per chi anche in vacanza proprio non può stare lontano dal lavoro, il Satellite Pro C50, il nuovo notebook di classe business targato dynabook è una soluzione che in qualche modo risponde ai canoni di maggiore sicurezza imposti dall'emergenza Coronavirus. Come? Grazie al rivestimento in vernice antibatterica di cui è dotato: tutte le superfici del prodotto vantano infatti una protezione speciale che inibisce la crescita di micro-organismi per poter lavorare in qualsiasi luogo anche pubblico nelle massime condizione di igiene. Il notebook, assicura il produttore, è stato testato secondo il metodo Japanese Industrial Standard Z 2801:2010 con un'efficacia fino al 99.9%. In Italia è disponibile a partire da questo mese.

Router da viaggio TP Link

Router mobili 4G

Non ha forse dirette correlazioni con il proprio stato di salute ma l'esigenza di una connettività stabile, veloce e che ci segua ovunque è oggi ancora più sentita rispetto al recente passato, soprattutto per chi si metterà in viaggio per raggiungere la seconda casa al mare o in montagna ed essere sicuro di avere connessione su diversi dispositivi e per chi, anche in vacanza, opererà in modalità smart working. La maggior parte delle strutture turistiche fornisce la rete Wi-Fi, ma se questa non è di qualità e non è stabile? Per evitare rischi, un router 4G, in versione desktop o portatile, è la soluzione che fornisce segnale a tutti gli apparecchi dell'utente usando la connettività cellulare di quarta generazione. Basta inserire una sim dati nel dispositivo per abilitare alla navigazione online smartphone e tablet, fotocamere, console e computer. Un esempio? L'hotspot 4G M7000 TP-Link è un prodotto estremamente compatto (sta nel palmo di una mano) che promette velocità fino a 150 Mbps in download e 300 Mbps sulla rete Wi-Fi e può connettere simultaneamente fino a 10 dispositivi anche in spiaggia o durante gli spostamenti in macchina, con un massimo di 8 ore di autonomia. Costa 49 euro e si potrà acquistare online nello store ufficiale di TP-Link su Amazon e nelle principali catene di distribuzione a partire dalla seconda metà di luglio.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti