media

Vacanze: paese che vai, serie che scopri. La geolocalizzazione delle serie tv

di Luca Tremolada

default onloading pic


3' di lettura

Diamo per scontato Games of Thrones, Chernobyl, Sharp Objects o Little Big Lies, alcune tra le migliori serie tv andate in onda dopo il 2018 sulle varie piattaforme di streaming e satellitari. Se non sono state viste sono da mettere in valigia all’istante. Occupiamoci ora di serie magari più laterali ma che possono aiutare a scoprire meglio il luogo che avete scelto di visitare. Accanto al titolo della serie trovate la località di riferimento. Buona lettura.

Vikings (Amazon Prime Video) - Norvegia, Finlandia e Nord Europa. Come suggerisce il titolo siamo ai tempi dei vikinghi. Di quelli violenti , biondissimi e bellissimi. Per entrare nei riti e nella cultura norrena senza l’ambizione di volere capire tutto Vikings fa al caso vostro. Non indicato per stomoci deboli.

Vikings, il trailer

La casa di carta (Netflix) - Spagna e dintorni. Parliamo del più grande successo internazionale (non in lingua inglese) della piattaforma di streaming. Guardie e ladri raccontate come nessuno mai. È fondamentale guardalo in lingua originale, altrimenti si perde tutto.

La casa di carta, il trailer

American Gods (Amazon Prime Video) - Stati Uniti on the road. È vero che avrete a che fare con dei norreni, divinità moderne e leggende antiche. Ma questa serie ispirata al romanzo di Neil Gaiman è anche un road-movie che attraversa e racconta gli Stati Uniti attraverso luoghi e personaggi solo apparentemente secondari.

American Gods, il trailer

Fleabag (Amazon Prime Video) - Londra. A dire il vero Londra si vede pochino. Questa splendida serie (solo due stagioni) è ambientata in una manciata di luoghi e neppure particolarmente significativi. Ma lei, interpretata dalla bravissima Phoebe Waller-Bridge, è così british da valere il prezzo del biglietto.

Fleabag, il trailer

Riviera (Sky Atlantic) - Costa Azzurra. La Costa Azzurra, gli yacht, il lusso. Riviera è alla seconda stagione. Gli scenari da sogno della costa francese si trasdormano in un incubo di intrigo e mistero. Per chi ama i ricchi ricchissimi a cui va male malissimo.

Riviera, il trailer

Bad Blood (Netflix) - Canada. Montreal, la potentissima famiglia Rizzuto e Declan il biker dagli occhi di ghiaccio di Son of Anarchy. Criminali, sparatorie e boschi. La serie è canadese ispirata a fatti reali. La seconda stagione è pure particolarmente ispirata. Chiaramente non è un invito a una serena attività di campeggio e natura.

Bad Blood, il trailer

Aggretsuko (Netflix) - Giappone. Avete presente Hello Kitty, ecco provate a immaginarla a forma di volpe, frustrata dal lavoro e nella vita personale che sfoga il suo malessere urlando Death Metal al Karoake o quando è da sola. Uno sguardo moderno e arrabbiato alla società giapponese. Piacevolissimo.

Aggretsuko, il trailer

Dark (Netflix) - Germania. Prodotta in Germania questa potentissima serie tv ci scaraventa in una tristissima cittadina della Renania. Magari non racconta molto del turismo tedesco ma la storia è di quelle che ti prendono e ti portano via. Come ai tempi di “Lost”.

Dark, il trailer

Narcos (Netflix) - Messico. Cosa c’è di meglio di rientrare da una giornata trascorsa su una spiagga dello Yucatan, aprirsi una birretta e entrare con tutte le scarpe dentro le logiche criminali del narcotraffico sudamericano? Anche qui da guardare solo in lingua originale (magari con i sottotitoli).

Narcos, il trailer

Baby (Netflix) - Roma. Il quartiere Parioli, Roma e i ragazzini ricchi e viziati. La serie insomma, il linguaggio è moderno, i personaggi debolucci. Ma alle loro spalle c’è Roma che non è “la grande bellezza” di Paolo Sorrentino ma fa sempre la sua gloriosa figura.

Baby, il trailer

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti