La lista europea

Vacanze pasquali in Ue, quali sono le regole anti Covid da rispettare

L’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, ha inserito nella lista delle aree rosso scuro anche Puglia e Friuli Venezia Giulia. Le Regioni finite nell’elenco sono allo stato attuale sette. Per chi proviene da quelle zone è obbligatoria la quarantena. Si tratta però di linee guida Ue, che i paesi devono recepire. L’Italia non l’ha ancora fatto

di An.C.

Viaggi Covid-tested al via, è già overbooking per le Canarie

3' di lettura

I paesi di cui prendere nota sul taccuino sono sette. E in particolare: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Campania, Puglia e Friuli Venezia Giulia. Da queste Regioni, che già oggi sono in zona rossa, durante le vacanze pasquali si potrà raggiungere l’aeroporto e volare in un altro Stato dell’area Ue. Con un’avvertenza però: una volta arrivati a destinazione, scatterà l’obbligo di quarantena, sempre che gli Stati membri ratifichino le linee guida europee.

Il Viminale: possibile partire da zona rossa per un viaggio in Paese Ue

Se infatti il ministero dell’Interno di recente ha chiarito che anche chi si trova in zona rossa può andare in aeroporto per poi prendere il volo per un altro Stato dell’area Ue/Schenghen, basta che vengano rispettate alcune condizioni (i viaggi autorizzati sono quelli che rientrano nell'elenco C del Dpcm 2 marzo 2021, in vigore fino al 6 aprile; tampone obbligatorio all'andata (se contemplato dalle autorità di destinazione) e al ritorno; eventuale isolamento fiduciario in assenza del test al rientro), da questa settimana nella lista delle aree in rosso scuro redatta dall'ECDC sono entrate altre due regioni italiane: la Puglia e il Friuli Venezia Giulia. Le due si sono così aggiunte a Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche e Campania.

Loading...

Ogni 14 giorni nuova lista europea zone rosso scuro

Per fronteggiare l'emergenza coronavirus, la Commissione europea ha disposto l'istituzione di zone rosso scuro, che vengono stabilite dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie e modificate ogni 14 giorni. La zona rosso scuro impone oltre al tampone anche l'obbligo di quarantena. La decisione del Consiglio del 28 gennaio invita gli Stati membri a scoraggiare fortemente tutti i viaggi non essenziali verso le aree rosse e rosso scuro e a richiedere alle persone che viaggiano da un'area rosso scuro di sottoporsi a un test Covid-19 e quarantena. Il “Quadro comune per le misure di viaggio Covid 19” prevede per la “Dark red area” , alla voce “ Requisiti per i viaggiatori”, “quarantena / autoisolamento e / o test Covid 19 prima dell'arrivo”. Si tratta, va ricordato, di linee guida che devono essere fatte proprie o recepite dai singoli paesi Ue. L’Italia non ha ancora promosso protocolli in tal senso. Nell’ultimo aggiornamento della mappa epidemiologica d'Europa sono salite a quota sette le Regioni e a due le Province autonome in rosso scuro.

Il criterio: più di 500 casi ogni 100mila persone

I colori dell'Unione europea per il Covid sono cinque: verde, arancione, rosso e grigio (quest'ultimo indica assenza di sufficienti dati), a cui si è aggiunto il rosso scuro. Quest’ultimo colore indica le aree in cui il virus circola a livelli molto elevati, con il tasso di notifica dei casi superiore a 500 ogni 100mila persone.

Si può viaggiare all'estero per turismo anche partendo da zona rossa

Una richiesta di chiarimento rivolta al ministero dell’Interno da Astoi Confindustria Viaggi ha spiegato che gli spostamenti per raggiungere l'aeroporto sono possibili anche nelle zone soggette a limitazioni. La notizia dunque è una sorta di semaforo verde per chi è intenzionato a non passare le vacanze pasquali fa le mura domestiche e quelle delle seconde case all'interno della propria regione e nelle zone dove non è scattato il divieto di accesso ai non residenti come è avvenuto in Valle d'Aosta, Sardegna o Provincia di Bolzano.

La lista dei Paesi

È dunque consentito, nelle zone ad oggi soggette a restrizioni, lo spostamento di viaggiatori che intendano recarsi in un Paese estero aperto e “fruibile” per turismo cioè quelli inclusi nell'elenco C del Dpcm 2 marzo 2021 in vigore fino al 6 aprile. Via libera dunque anche nel periodo pasquale a viaggi verso Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Il Parlamento europeo accelera l'adozione del certificato verde digitale

Intanto i deputati del Parlamento europeo hanno utilizzato deciso di applicare la procedura d'urgenza (articolo 163), che consente un esame parlamentare più rapido delle proposte della Commissione, nel pieno rispetto delle sue prerogative democratiche. Durante il dibattito in plenaria di mercoledì 24 marzo, una grande maggioranza di deputati ha sostenuto una rapida creazione del certificato verde, che mira a facilitare la circolazione sicura e libera all'interno dell'Ue durante la pandemia.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti