Indagine Istat

Vacanze, si resta in Italia ma 6 su 10 vanno fuori regione

Il 33,3% sceglierà la regione di residenza mentre il 63,6% opterà per un'altra regione italiana. Durata media: due settimane. Al centro-nord più possibilità di concedersi una villaggiatura rispetto al sud

di Mariolina Sesto

(travelbook - stock.adobe.com)

3' di lettura

Dove andranno in vacanza gli italiani quest’anno? La destinazione prevalente delle vacanze è l'Italia: il 33,3% sceglierà la regione di residenza mentre il 63,6% opterà per un'altra regione italiana. Lo ha riscontrato l’Istat in un’indagine ad hoc svolta sul tema. Solo il 6,2% dei rispondenti prevede di andare all'estero. Sul territorio emergono le consuete differenze tra Centro-nord, dove per oltre 6 residenti su 10 (63,6%) la destinazione di vacanza sarà una regione italiana diversa da quella di residenza, e il Mezzogiorno, dove invece prevale la scelta di rimanere nella propria regione (56,3%).

Il mezzo di trasporto

Quanto al mezzo di trasporto utilizzato per raggiungere la località di vacanza, nella stragrande maggioranza deicasi (84,0%) la scelta ricade sul mezzo personale, soprattutto al Centro-sud (90,4% al Centro, 86,8% nelMezzogiorno). Treno, aereo e nave raccolgono preferenze piuttosto esigue, sono infatti indicati rispettivamentedal 9,4%, 9,3% e 3,9% degli intervistati.

Loading...

L’alloggio

Per la tipologia di alloggio, il 34% dei rispondenti preferisce la sistemazione collettiva in albergo/hotel/pensione,seguita a breve distanza dalla casa/appartamento di proprietà (32,4%) e dalla casa/appartamento in affitto(26,3%). Il 7,8% ha intenzione di soggiornare in campeggio mentre solo il 3,6% sceglie il villaggio turistico.Anche in questo caso le preferenze cambiano a seconda della ripartizione in cui si vive. La casa di proprietà ad esempio è molto più diffusa al Centro (38,3%) e nel Mezzogiorno (36,7%) mentre la sistemazione collettiva inalbergo/hotel/pensione è decisamente più scelta al Nord (40,3%) rispetto al Mezzogiorno (23,4%) dove anche il campeggio incontra molte più preferenze che nel resto del Paese (14,2% contro 7,8% della media Italia).

Vacanze estive per metà degli italiani

La maggioranza degli intervistati prevede di trascorrere un periodo di vacanza, tra giugno e settembre 2021, in una località diversa da quella di residenza: con certezza il 22,3% e probabilmente il 27,8%; sommando le due percentuali si arriva al 50,1%. Un terzo degli intervistati, al contrario, è certo che non andrà in vacanza. A livello territoriale, emerge un divario tra Nord e Mezzogiorno del Paese: la quota di coloro che hanno intenzione
di andare in vacanza passa dal 59,7% dei residenti nel Nord–ovest al 39,1% dei residenti nel Mezzogiorno (considerando la somma delle incidenze stimate per le modalità di risposta “Certamente sì” e “Probabilmente sì”). Nel Nord-est e nel Centro le percentuali sono simili al Nord-ovest e pari, rispettivamente, al 55,2% e al 51,0%. Il quadro si ribalta per le risposte relative a coloro che non intendono effettuare una vacanza: le percentuali sono prossime al 50% nel Centro-nord e al 60,8% nel Mezzogiorno.

I più anziani rinunciano di più alle vacanze

L'intenzione di andare in vacanza è predominante per coloro che hanno un'età compresa tra i 18 e i 29anni (l'incidenza delle risposte “certamente sì” e “probabilmente sì” è pari al 75,9%) e per quelli tra i 30 e i 49 anni (58,5%). Le quote scendono progressivamente con l'età: 44,5% delle persone tra i 50 e i 64 anni e 32,4% di chi ha almeno 65 anni.

In vacanza per non più di due settimane

Per la gran parte dei residenti in Italia la durata complessiva delle vacanze non supererà i 14 giorni (più dell'80% di coloro che hanno dichiarato una regione diversa da quella di residenza come destinazione e oltre il 67% di coloro che sceglieranno la regione di residenza). Tende ad effettuare vacanze più lunghe chi rimane nella regione di
residenza: si prende infatti oltre 2 settimane di vacanze il 31,6% di chi sceglie una destinazione più vicina e solo il 17% tra quanti preferiscono un’altra regione o una meta all'estero. A parità di luogo di vacanza scelto (regione di residenza, altra regione diversa da quella di residenza, estero), le vacanze tendono a essere più brevi per i residenti del Mezzogiorno rispetto a quelli del Centro-nord. I giovani tra i 18 e i 29 anni sono più propensi alle vacanze brevi (fino a 7 giorni), gli adulti a quelle che si svolgono tra gli 8 e i 14 giorni mentre le persone di almeno 65 anni preferiscono una vacanza di oltre due settimane se rimangono nella regione di residenza (53,9%).


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti