Esodo

Vacanze, weekend da bollino nero. Ma mancano 4 milioni di turisti stranieri

Secondo l’indagine Coldiretti/Ixè, la pandemia ha ritardato le partenze: oltre 4 italiani adulti su 10 (41%) quest’anno hanno scelto agosto per le vacanze

La paura della variante spinge le vacanze green

3' di lettura

Scatta l'unico weekend da bollino nero per il traffico intenso dell'estate 2021 con oltre 4 italiani adulti su 10 (41%) che quest'anno hanno scelto il mese di agosto per andare in vacanza con la risalita dei contagi e l’entrata in vigore del green pass. È quanto emerge dall'indagine Coldiretti/Ixè in occasione del primo fine settimana di grande esodo di agosto in cui si prevedono i maggiori volumi di traffico dell’estate, con una previsione di massima criticità da bollino nero e rosso secondo il Piano dei servizi per l'esodo estivo 2021 di Viabilità Italia.

Autostrada del Brennero: Telegram per info in tempo reale

Il week end da bollino nero riguarda in particolare alcuni tratti come l’autostrada del Brennero. Già dalle prime ore del mattino si segnalavano code in direzione nord in particolare tra Affi e Ala in corrispondenza dell’uscita per il lago di Garda. In fila anche a Rovereto nord. Traffico intenso, in aumento, tra il confine di Stato del Brennero e Vipiteno verso sud e tra Bressanone ed Egna. Autostrada del Brennero fa sapere che in occasione del grande esodo ha chiuso tutti i cantieri, lasciando libere entrambe le corsie per senso di marcia, ha aumentato il persone in servizio e il numero di carri addetti al soccorso meccanico che saranno disposti nei punti più nevralgici dell’A22. Per avere notizie in tempo reale sul traffico, oltre a sito istituzionale e info-radio, da quest’anno è possibile scaricare l’app Telegram del canale autostradaA22Bot: basta un clic su ’avvia’ per ricevere notifiche immediate con possibilità di personalizzare le interrogazioni.

Loading...

Autostrade venete: traffico intenso senza criticità

Traffico intenso ma nessuna criticità sulle tratte gestite da Concessioni autostradali venete: la mattinata di sabato è proseguita senza problemi - si legge in una nota - e solo con qualche rallentamento in A4, tra Padova Est e il bivio con la A57 in direzione Trieste; flussi sostanzialmente simili anche in direzione Milano.Attese tutto sommato brevi alla barriera di Venezia-Mestre in A57, dove è stato registrato il transito di 11.015 veicoli in uscita, sostanzialmente simili rispetto al sabato omologo del 2020 e a sabato scorso, mentre in entrata (direzione Milano) si sono registrati 8.246 passaggi: +6,62% rispetto allo scorso anno.

Vacanze concentrate ad agosto

La pandemia ha ritardato le partenze e accentuato - sottolinea Coldiretti - la tendenza tutta nazionale a concentrare le vacanze nel mese di agosto che è di gran lunga il più gettonato dell'estate con ben 20,8 milioni gli italiani che lo hanno scelto, nonostante un leggero calo rispetto allo scorso anno (-1%). A mancare sono però - stima la Coldiretti - circa 4 milioni di turisti stranieri con i pernottamenti dall'estero durante il mese che praticamente dimezzati rispetto allo stesso periodo prima della pandemia, con la ripresa dei contagi e le limitazioni ai viaggi che hanno fortemente ridimensionato le iniziali previsioni ottimistiche.

Preferite le mete vicine

Oltre a bloccare i vacanzieri stranieri il perdurare dell'emergenza sanitaria spinge comunque quasi 1 italiano su 3 (32%) a scegliere una metà vicino casa, all'interno della propria regione di residenza, Una fetta importante dei cittadini in viaggio ha dunque optato - sottolinea la Coldiretti - per ferie di prossimità alla riscoperta delle bellezze sotto casa ma in ogni caso le destinazioni nazionali sono preferite da quasi la totalità dei cittadini per il desiderio di sostenere il turismo tricolore ma anche per i limiti e le incertezze presenti all'estero.

Alla scoperta di zone e borghi isolati

Se la spiaggia - spiega Coldiretti - resta la meta preferita, con la preoccupazione degli assembramenti cresce il turismo in montagna e la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città. La maggioranza degli italiani in viaggio - spiega la Coldiretti - ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà, o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono le pensioni e gli alberghi e molto gettonati sono gli agriturismi che, spesso situati in zone isolate, in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e ampi spazi nel verde sono forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche.

Tra gli svaghi preferiti dei turisti italiani e stranieri - conclude la Coldiretti - accanto ad arte, tradizione, relax e puro divertimento, c'è la ricerca del cibo e il vino locali che è diventata la prima voce del budget delle vacanze Made in Italy nel 2021 con circa 1/3 della spesa per consumi al ristorante, street food o per l'acquisto di souvenir.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti