Coronavirus

Vaccini, 11 milioni senza terza dose: lo stop ai divieti dipende anche da loro

Rallentano ancora le somministrazioni del booster: a febbraio media quotidiana di 159mila iniezioni, -64% rispetto a gennaio

I dati dei vaccinati al 23 febbraio 2022

2' di lettura

Tra i fattori da valutare per decidere l’allentamento graduale delle misure restrittive anti-Covid dopo la fine dello stato d’emergenza che non verrà prorogato dopo il 31 marzo, oltre alla curva dei contagi e al numero dei ricoveri, il governo guarda anche all’andamento della campagna vaccinale. Con l’attenzione rivolta non solo alla fascia dei “renitenti” (chi è ancora in attesa della prima dose), ma anche alla situazione delle terze dosi, il cui ritmo ha subito una caduta verticale: a febbraio - secondo i dati di Lab 24 - la media giornaliera è stata di 159mila somministrazioni, -64,5% rispetto a gennaio. Al momento restano 11,346 milioni di booster da somministrare.

Vaccino, le dosi giornaliere somministrate in Italia

Il numero di dosi somministrate che vengono comunicate quotidianamente sulla base delle segnalazioni delle regioni. Il numero di vaccinati sull'ultimo giorno potrebbe essere parziale, viene aggiornato più volte durante la giornata

Loading...

In attesa del booster

Il quadro vaccinale che si ricava dal report del governo (aggiornato al 18 febbraio) evidenzia come ci sia un grande numero di persone che, dopo il completamento del ciclo primario, sono in attesa della terza dose: 11,346 milioni. Il gruppo più consistente è quello di ragazzi e ragazze tra i 12 e 19 anni (2,104 milioni), anche se in questo caso va ricordato che si tratta di una platea ammessa alla vaccinazione in un secondo tempo. Ma tutti intorno ai due milioni sono anche ventenni (1,979), i trentenni (2,056) e i 40enni (2,005). Mentre al salire ulteriore dell’età scende la quota di chi attende il booster: 1,495 milioni tra i 50enni, 793mila tra 60enni, 481mila tra i 70enni e, infine, 430mila tra gli over 80.

Loading...

La caduta delle terze dosi

Guardando alla curva delle vaccinazioni delle ultime settimane è evidente il calo progressivo delle terze dosi che per un lungo periodo hanno fatto da traino alla campagna di immunizzazione contro il coronavirus. Effetto forse dei dati su contagi e ricoveri tutti in via di miglioramento che danno l’impressione di un’emergenza ormai alle spalle e spingono molti a non completare la vaccinazione.

Se a gennaio si era raggiunto il picco massimo di 588mila di terze dosi (14 gennaio), a febbraio si è scivolati subito sotto quota 300mila per finire alle 81mila del 22 febbraio (il numero più basso in un giorno feriale). Risultato: la media quotidiana è passata dalle 488mila terze dosi dello scorso mese a 159mila. Un calo di un terzo (-64,5%). Al 22 di gennaio erano state somministrate 11,292 milioni di dosi. Alla stessa data di febbraio si è fermi a 3,502 milioni. Numeri che, insieme al quadro epidemiologico, peseranno sulle scelte del governo nel disegnare la road map d’uscita dall’emergenza sanitaria.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti