le reazioni

Vaccini, Gentiloni: aumenta livello di protezione sanitaria. Lorenzin: scudo per nostri figli

di Alessia Tripodi


default onloading pic
(ANSA)

3' di lettura

«Il varo definitivo della legge aumenterà il livello di protezione sanitaria delle famiglie italiane». Così su Twitter il premier Paolo Gentiloni ha commentato il via libera definitivo al decreto che introduce l'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione a scuola. Soddisfatta anche la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin: «Abbiamo dato uno scudo ai nostri figli rispetto a malattie molto gravi che sono ancora tra noi».

Lorenzin: da "no vax" posizioni antiscientifiche
Con la nuova legge «abbiamo messo in sicurezza questa e le prossime generazioni contro una serie di malattie infettive molto gravi» ha aggiunto Lorenzin, che ha fortemente voluto e difeso il provvedimento che dopo 18 anni reintroduce l'obbligo vaccinale nel nostro Paese. Commentando le manifestazioni di protesta del fronte contrario all'obbligo, poi, la ministra ha dichiarato che «le posizioni che i no vax hanno assunto sono totalmente antiscientifiche, posso dire che questo provvedimento aumentando l'effetto gregge metterà in sicurezza anche i loro figli che altrimenti non lo sarebbero».
«Assieme al piano nazionale vaccini e a questo decreto che lo affianca ci sarà una intera campagna di informazione e formazione per operatori sanitari, scolastici e per le famiglie che non durerà qualche mese - ha aggiunto Lorenzin - ma qualche anno. Abbiamo parecchi anni da recuperare di disinformazione, di non cultura scientifica che ci hanno portato ieri a stamina e oggi ai no vax. Spero che questa sia una lezione per l'Italia».

Renzi: avanti con battaglia di civiltà
Anche il segretario Pd, Matteo Renzi, affida ai social le sue considerazioni sul via libera alle nuove regole: «Passa la legge sui vaccini - scrive l'ex premier su Twitter- continua la battaglia di civiltà. Grazie a chi ci ha creduto dall'inizio #avanti».

Dem, Rosato: legge avanzata. Puglisi: sconfitto oscurantismo M5S
Su Twitter arriva anche il commento del capogruppo Pd alla Camera, Ettore Rosato: «Siamo un paese che crede nel progresso scientifico - scrive il parlamentare - e oggi abbiamo una legge avanzata sui #vaccini che protegge i bambini e l'intera comunità». Gli fa eco la senatrice Pd Francesca Puglisi, prima firmataria del disegno di legge, che twitta: «È stata approvata una legge di civiltà che tutela la salute dei bambini. Sconfitta la campagna oscurantista del M5S».

La deputata Pd Argentin: no vaccini per chi non può sostenerli fisicamente
«Sono felice che arrivi l'obbligo dei vaccini, perché i più deboli (che non potranno farlo) saranno garantiti dai più sani» scrive in una nota la deputata del Pd, Ileana Argentin. «Le chiacchiere dei colleghi del M5S non sono servite a bloccare la nostra forza politica che con questo provvedimento ha garantito la salute pubblica dei cittadini italiani» ha aggiunto la parlamentare, spiegando che spiega «i vaccini non saranno dati a chi non può fisicamente sostenerli bensì saranno somministrati ai bimbi più forti che, non ammalandosi, impediranno la diffusione dei virus».

Sinistra italiana: sbagliato blindare il testo
«Un provvedimento così importante» è stato «sottratto al dibattito in questo ramo del Parlamento e ci troviamo oggi a esprimere frettolosamente un Si o un No su un provvedimento blindato» ha detto Beatrice Brignone di Sinistra italiana-Possibile, prima di dichiarare l'astensione del suo gruppo dal voto. Mentre i parlamentari di 'Democrazia Solidale-Centro Democratico' hanno votato «con convinzione - ha spiegato il presidente Lorenzo Dellai - una norma ragionevole e necessaria».

Lega: sì vaccini, ma decreto è ignobile
Di tutt'altro tenore il commento di Marco Rondini della Lega, che - pur non dichiarando la contrarietà del partito ai vaccini - parla di «decreto ignobile imposto dal governo, che ha finto una situazione di emergenza completamente assente», che «creerà abbandono e minerà il rapporto di fiducia tra medico e paziente».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...