ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEmergenza Coronavirus

Vaccini, servono 510mila dosi al giorno per avere l’immunità al 70% entro agosto

Al ritmo attuale l’obiettivo sarebbe raggiunto solo a fine novembre

di Riccardo Ferrazza

Coronavirus, i vaccinati al 20 aprile 2021

3' di lettura

La campagna vaccinale ha preso a girare a un ritmo maggiore (anche se ancora discontinuo), la Commissione europea ha annunciato che nel prossimo trimestre sono in arrivo per l’Italia 54 milioni di dosi e il commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, scandisce il ritmo alle Regioni per dare regolarità con obiettivi quotidiani e settimanali da rispettare. All’orizzonte si intravede il primo fondamentale traguardo da tagliare nella lotta al coronavirus: l’immunità, vale a dire una popolazione vaccinata al 70%. Quanto ci vorrà all’Italia? E quali Regioni ci riusciranno per prime?

Il piano del commissario

Nel calendario disegnato dal piano vaccinale di Figliuolo l’immunità di gregge al 70% è fissata a fine agosto. «Procedendo con questo ritmo nelle vaccinazioni nell’arco di un paio di mesi, ad agosto-settembre, potremmo raggiungere l'immunità di gregge» è la previsione fatta alcuni giorni fa da Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali.

Loading...

Il ritmo della settimana

Il target di somministrazioni di vaccini assegnato dal commissario a livello nazionale per la settimana dal 16 al 22 aprile è di 315.718 inoculazioni al giorno (2.210.026 nella settimana). Un numero non lontano dall’ultima media mobile a 7 giorni secondo l’elaborazione di Lab24: 305.691. Con questo ritmo tuttavia l’obiettivo immunità sarebbe raggiunto solo a fine autunno (29 novembre 2021).

Quota 500mila

Figliuolo prevede un aumento progressivo per raggiungere l'obiettivo delle 500mila inoculazioni al giorno nell’ultima settimana di aprile. Ma quel numero servirebbe già ora per assicurare il vaccino al 70% della popolazione (84.342.495 dosi) entro l’ultima settimana di agosto: più esattamente 511mila dosi giornaliere. Se, invece, l’obiettivo-immunità fosse spostato in avanti, come ipotizzato da Gelmini, la quota giornaliera sarebbe più bassa: servirebbero 440mila dosi.

Il trend delle Regioni

Con la media aggiornata di vaccinazioni agli ultimi sette giorni, ci vorrebbero 223 giornate di somministrazioni per coprire il 70% della popolazione. Una media che però, come sempre, nasconde profonde differenze tra Regioni. La Puglia concluderebbe la sua campagna vaccinale entro l’estate (il 19 settembre) e il presidente Michele Emiliano assicura: «Se avessimo i vaccini per tutti riusciremo a vaccinare tutti in poche settimane». Dopo una settimana taglierebbe il traguardo l’Umbria e dopo 15 giorni la Liguria. I cittadini del Veneto,invece, dovrebbero aspettare il prossimo inverno (19 febbraio 2022). La Regione guidata da Luca Zaia (Lega) - che è seconda per percentuale di dosi somministrate in base alle disponibilità - ha dichiarato di aver somministrato il 19 aprile 23.347 dosi, 5mila in più rispetto all’ultima media settimanale. Comunque ancora sotto il target fissato da Figliuolo a 25mila.

L’obiettivo europeo

I numeri possono cambiare velocemente e a favorire l’immunizzazione dovrebbe essere anche l’utilizzo del quarto vaccino, il monodose Johnson & Johnson, rimasto in pausa in attesa della pronuncia dell’Agenzia europea per i medicinali dopo i 6 casi di trombi rari individuati su circa 7 milioni di persone immunizzate negli Stati Uniti. All’Italia spettano 7,3 milioni di dosi nel primo trimestre del 2021.

Tuttavia il ritardo degli ultimi tre vagoni del treno delle Regioni appare difficile da recuperare. In Calabria, Toscana e Sicilia la prima fase della campagna vaccinale rischia di concludersi solo l’anno prossimo, tra il e il 31 gennaio. È vero che Anthony Fauci, consigliere della Casa Bianca sulla pandemia, ha definito l’immunità di gregge un «concetto sfuggente» perché è impossibile stabilire la percentuale esatta di quante persone debbano essere vaccinate per raggiungerla. Ma una parte del nostro Paese rischia di arrivare molto tardi rispetto alla scadenza la Commissione europea ha deciso di darsi: vaccinare il 70% della popolazione adulta entro la fine dell’estate.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti