ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLotta al covid

Vaccini, obiettivo 500mila a fine mese. Pressing per correggere il Dl su coprifuoco e centri commerciali

Il commissario fissa i nuovi target di somministrazioni fino al 29 aprile. Le Regioni pronte a tornare all’attacco su coprifuoco e centri commerciali

di Marzio Bartoloni e Barbara Fiammeri

Entro aprile 5 mln dosi e 500mila vaccini al giorno

3' di lettura

La campagna vaccinale prova a tenere fede alla promessa di correre al ritmo di 500mila iniezioni al giorno, una velocità da tenere a regime anche nei prossimi mesi - dosi permettendo - per arrivare all’immunità di gregge (il 70-80% degli adulti vaccinati) entro settembre. Le Regioni dovranno infatti raggiungere le 504mila somministrazioni il prossimo 29 aprile facendo salire ogni giorno l’asticella con «target crescenti» secondo i nuovi obiettivi che il commissario Francesco Figliuolo ha inviato ai governatori. Per andare più veloci si potrà fare affidamento su cinque milioni di dosi di vaccino in arrivo nei prossimi dieci giorni tra il 27 aprile e il 5 maggio come confermato dall'ufficio del Commissario.

I NUOVI OBIETTIVI PER LE VACCINAZIONI
Loading...

Ancora alta la tensione sulle riaperture

Intanto resta alta la tensione sulle riaperture dopo il decreto approvato dal Governo. L’incontro, mercoledì prossimo, con Mario Draghi per la presentazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza potrebbe essere l’occasione per le Regioni rappresentate da Massimiliano Fedriga di rilanciare la richiesta di correggere il decreto: dalla riduzione del coprifuoco (dalle 22 alle 23) alla riapertura dei centri commerciali nei week end, all'anticipo del via libera per la ristorazione al chiuso. Ed è una richiesta unanime, tanto delle regioni di centrodestra che di centrosinistra.

Loading...

Anche i partiti spingono. Matteo Salvini sabato è rimasto in silenzio ma la posizione della Lega è netta e punta anzitutto sullo spostamento del coprifuoco. Pd e M5s accusano il leader leghista di speculare sulla rabbia degli esercenti ma si aspettano un tagliando a breve. «È chiaro che dobbiamo riuscire ad andare oltre: eliminare il coprifuoco è un obiettivo condiviso da tutti, ma ogni passo va compiuto con cautela e soprattutto in sicurezza», sintetizza in un posto su Facebook il pentastellato Luigi Di Maio. Nessuno si fa illusioni: si andrà avanti con queste regole almeno fino a metà maggio. Anche perché le prove generali di questo fine settimane non sono rassicuranti.

Il Viminale chiede vigilanza sugli assembramenti nelle città

Di nuovo folla in centro nelle città, nel sabato che precede in passaggio in zona gialla di 14 Regioni. A Roma è stata chiusa via del Corso e situazioni analoghe si sono registrate nelle vie dello shopping di altre città. Il Viminale in una circolare ha chiesto ai Prefetti maggiori controlli contro gli assembramenti, in particolare nelle «aree interessate dalla presenza di locali ed esercizi aperti al pubblico». La stessa circolare tra l’altro specifica come resti in vigore la regola del pranzo (o della cena) al massimo in quattro al tavolo (a meno che non si sia conviventi). E mentre i locali pubblici si preparano alle riaperture con i baristi che protestano per il no al caffè e all’aperitivo al banco (i clienti potranno ordinare al banco ma consumando all’esterno) nelle ultime 24 ore i contagi sono leggermente in calo (13.817) come le vittime (322), le terapie intensive (-85) e gli altri ricoveri (-469).

Cresce l’allarme per la variante indiana

Cresce però l’allarme per la variante indiana - responsabile in India di 1 milione di contagi in 3 giorni vista la sua maggiore contagiosità - trovata anche in un caso in Svizzera mentre in Italia per ora l’unico caso accertato risale al 10 marzo a Firenze. Questa variante preoccupa perché renderebbe anche meno efficaci le vaccinazioni. Che comunque ora procedono a passo spedito: tra il 16 e il 22 aprile sono state somministrate più di 2,5 milioni di dosi con una media nazionale di oltre 335mila dosi e una punta massima di 384mila. Il report settimanale del governo sulla campagna vaccinale evidenzia come si sia spinto soprattutto sugli over 80: l'81,21% di loro ha ricevuto almeno una dose di vaccino, come pure il 45,19% degli anziani tra i 70 e i 79 anni . E un ultraottantenne su 2 ( il 53,82% ) è stato vaccinato anche con il richiamo. Per quanto riguarda gli ospiti delle Rsa, il 94, 93 % ha ricevuto almeno una dose .

Le autorità Usa revocano il blocco per il vaccino J&J

Dagli Usa arriva poi la notizia che le autorità sanitarie statunitensi hanno revocato la sospensione della somministrazione del vaccino monodose Johnson&Johnson. Dopo questo via libera l’Aifa «riveda le raccomandazioni sulle età» per questo vaccino e per quello di Atrazeneca per «velocizzare la campagna vaccinale», è la sollecitazione dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato, nel giorno in cui nel maxi hub di Valmontone alle porte di Roma cominciano le somministrazioni del vaccino americano e in regione si raggiunge la soglia di 1mln e e 715 mila inoculazioni . Servono più dosi per accelerare, è la richiesta che arriva da più Regioni, in testa la Sardegna, mentre il presidente della Campania Vincenzo De Luca tira dritto sulla scelta di immunizzare le isole, obiettivo che intende raggiungere in 20 giorni.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti