Emergenza coronavirus

Vaccini, traguardo 80% quasi raggiunto ma tre regioni ancora ferme al 70%

L’obiettivo del governo da centrare entro settembre: a mese concluso si è arrivati al 78,7%

di Riccardo Ferrazza

I dati dei vaccinati al 30 settembre 2021

2' di lettura

«L’obiettivo che il Governo si è dato di vaccinare l’80% della popolazione sopra ai dodici anni con doppia dose sarà conseguito nei prossimi giorni» si legge nella Nota di aggiornamento al Def varata dal Consiglio dei ministri. Secondo la proiezione di Lab24 accadrà il 7 ottobre, in ritardo di una settimana rispetto ai piani dell’esecutivo che prevedevano di tagliare il traguardo entro settembre. A mese ormai concluso risulta infatti che a completare il ciclo vaccinale è il 78,7% della popolazione sopra i 12 anni (terza dose esclusa). Con le tradizionali differenze territoritoriali: sette regioni sono già oltre la soglia, la Sicilia è ultima appena sopra il 70%.

Vaccino, le dosi giornaliere somministrate in Italia

Il numero di dosi somministrate che vengono comunicate quotidianamente sulla base delle segnalazioni delle regioni. Il numero di vaccinati sull'ultimo giorno potrebbe essere parziale, viene aggiornato più volte durante la giornata

Loading...

Nuova soglia del 90%

Nel frattempo la “soglia di sicurezza” si sposta: da tempo molti esperti parlano di una quota da raggiungere del 90% dei vaccinabili e le regioni più virtuose, come il Lazio, puntano a questa asticella per aperture generalizzate.

Loading...

Le regioni «virtuose»

Lazio, Lombardia, Puglia, Molise, Emilia-Romagna, Basilicata e Umbria hanno raggiunto e superato la soglia dell’80% di over 12 completamente vaccinati. Il Lazio è all’82,4% e, dopo i cosiddetti “fragili”, ha aperto le prenotazioni per la terza dose agli over 80 che hanno ricevuto la seconda entro il 31 marzo 2021. La Lombardia, all’82,1%, è stata la prima Regione a toccare la quota indicata dal commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo: era il 14 settembre. A trainare la campagna vaccinale lombarda sono stati i più giovani: i ventenni (83,9%) hanno una copertura maggiore rispetto alle fasce che vanno dai trenta ai cinquant’anni.

Sicilia ultima: obiettivo raggiunto a novembre

In questa graduatoria l’ultima è la Sicilia. Sull’isola solo il 70,5% della popolazione vaccinabile è immunizzata (otto punti sotto la media nazionale) e, a 280 giorni dall’inizio della campagna vaccinale, si registra circa un quarto della platea che ancora non ha ricevuto la prima dose. A non rispondere alla chiamata dell’immunizzazione sono stati soprattutto i più giovani, quelli nella fascia d’età 20-29 anni e 30-39 anni. Con il ritmo attuale di vaccinazione l’obiettivo dell’80% verrebbe raggiunto il 15 novembre.

Poco meglio fanno Bolzano (71,8%) e la Calabria (72,4%). Secondo le proiezioni di Lab 24 a questo ritmo di vaccinazione la provincia autonoma arriverebbe al traguardo il 25 novembre, la regione meridionale il 17 dello stesso mese.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti