ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEmergenza coronavirus

Vaccini in vacanza: dalla Toscana alla Sardegna, a che punto sono le regioni con più turisti estivi

L'ipotesi del richiamo nel luogo scelto per le ferie. Ai ritmi attuali la Puglia sarebbe la prima a raggiungere l'immunità di gregge, la Sardegna arriverebbe per ultima

di Riccardo Ferrazza

Coronavirus, i vaccinati al 13 maggio 2021

4' di lettura

La campagna di vaccinazione anti-Covid prosegue (toccata quota 25 milioni di dosi somministrate) e all’orizzonte si intravvede un nuovo scoglio: con l’estensione dell’intervallo tra le due dosi per i vaccini Pfizer e Moderna per molti italiani il richiamo rischia di cadere in piena estate. Un calendario che potrebbe incidere sul tasso di adesione di chi deve ancora ricevere la prima iniezione. È in corso una riflessione tra Regioni e Governo per capire se si possa completare la vaccinazione nel proprio luogo di vacanza in Italia. La vaccinazione nei centri di villeggiatura è una proposta che al presidente della Lombardia Attilio Fontana sembra «di grande buon senso».
«Noi - ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia - siamo in grado di organizzare senza problemi un’eventuale seconda inoculazione».

Le sei Regioni più turistiche

Se davvero si percorrerà questa strada (che comporterebbe una redistribuzione delle dosi tra sistemi sanitari regionali), la sfida riguarderà le Regioni più frequentate dagli italiani per le vacanze estive. Se si guarda ai risultati dell’estate del 2020, la prima segnata dalla pandemia da Covid, la classifica (dati Istat) per il periodo luglio/settembre vedeva ai primi sei posti Toscana (prima con una quota dell’11,9%), Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna, Puglia, Campania e Sardegna. Sapranno tutte far fronte a una eventuale platea allargata di vaccinandi? Una prima risposta orientativa potrebbe venire guardando all’andamento delle loro campagne vaccinali.

Loading...

Le difficoltà della Sardegna

Del sestetto la Regione più in difficoltà sembra essere la Sardegna, scelta come destinazione di soggiorno lungo (quattro o più notti) dal 7,6% degli italiani (sesta posizione) che hanno fatto vacanze in Italia nei mesi estivi del 2020. L’isola (che per incentivare il turismo punta sull’immunità nelle isole minori a partire dalla Maddalena) nei giorni scorsi aveva tenuto le somministrazioni quotidiane intorno alle 6mila, cifra molto lontana dall’obiettivo indicato il 1° aprile dal commissario Francesco Figliuolo per la Sardegna (17mila dosi al giorno, anche se nell’ultimo target reso pubblico per il 29 aprile era stato ridimensionato a 12.150 dosi). La giornata del 13 maggio ha fatto registrare un balzo che ha permesso di raggiungere la quota finora record di 13.736 dosi inoculate.

La Regione amministrata da Christian Solinas, però, finora non è stata molto efficiente nell’utilizzare le dosi ricevute: 77,5%. Peggior risultato dopo quello dell’altra isola, la Sicilia. La media nazionale è dell’86%. Poche anche le dosi somministrate ogni 100mila abitanti: 38.800 (terzultima posizione). Al ritmo attuale la Sardegna sarà l’ultima Regione a raggiungere l’immunità (70% della popolazione coperta da vaccino): obiettivo centrato solo il 20 ottobre. Al calcolo mancano ovviamente gli eventuali vacanzieri da vaccinare.

Toscana in linea

La Regione amministrata da Eugenio Giani è quella che ha attratto più turisti italiani nell’estate del 2020. Alla vigilia delle seconde vacanze estive in epoca Covid può vantare una campagna vaccinale in linea con la media nazionale per il numero di dosi somministrate ogni 100mila abitanti (41.573) e per capacità di utilizzare i vaccini ricevuti (85,2%).
Secondo le indicazioni del commissario la Toscana doveva raggiungere entro il 29 aprile 38mila vaccinazioni giornaliere. Negli ultimi sette giorni (media mobile) ha somministrato 28mila dosi quotidiane. A questo ritmo raggiungerà l’immunità entro il 17 settembre. Sull’ipotesi vaccini in vacanza, però, Leonardo Marras, assessore al turismo della regione Toscana, si dimostra cauto: «Attualmente - dice - si fanno anche troppe ipotesi. In questo momento dobbiamo concentrarci sulla vaccinazione alla popolazione, prima di tutto i più fragili e per classi di età, e poi avanzare con i vaccini nei luoghi di lavoro».

Trentino Alto Adige, due motori efficienti

Dei due motori che alimentano la campagna vaccinale del Trentino Alto Adige (seconda destinazione per i vacanzieri italiani tra luglio e settembre 2020) il più efficiente sembra quello della Provincia autonoma di Bolzano se si guarda alle dosi utilizzate ogni centomila abitanti: la Provincia autonoma di Trento è sei posizioni più in basso. Quest’ultima, però, ha smaltito finora con più velocità le proprie scorte (86,9%) rispetto a Bolzano (82,9%). Entrambe, ha sottolineato la fondazione Gimbe nel suo ultimo report, si avvicinano all’80% per percentuale di over 60 che ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino. La media è del 68%.

Emilia-Romagna sopra la media

Sul podio delle mete predilette dai turisti italiani (almeno secondo le scelte dell’estate 2020) c’è l’Emilia-Romagna. I numeri della campagna vaccinale vedono la Regione fare meglio della media in molte voci: terza per dosi ogni 100mila abitanti, settima per dosi somministrate rispetto a quelle ricevute. Secondo i target indicati da Figliuolo l’Emilia-Romagna al 29 aprile doveva assicurare 42mila dosi. Il 12 maggio i vaccini somministrati sono stati 36.461. Con la media mobile degli ultimi sette giorni il 25 settembre la regione potrà dire di essersi garantita l’immunità. A meno che non dovrà provvedere a vaccinare anche i turisti italiani che la scelgono come meta.

La corsa della Puglia

Nel 2020 la Puglia ha perso il primato, detenuto nei due anni precedenti, di meta più frequentata dagli italiani per le loro vacanze lunghe d’estate. L’anno scorso è scivolata al quarto posto. Se l’efficienza del sistema di vaccinazione funzionasse da incentivo nella scelta della destinazione delle ferie per il 2021, la Regione potrebbe esercitare una forza d’attrazione in chi dovrà fare la seconda dose tra luglio e agosto. La Puglia, infatti, è tra le più efficienti a “consumare” i vaccini che riceve: attualmente viaggia a un tasso di utilizzo del 91% (ma il 12 maggio aveva toccato il 96%), la linea indicata come ideale da Figliuolo per garantire anche un margine sui richiami, sfruttando anche il “trascurato” Janssen. Se riuscisse a tenere il ritmo di vaccinazioni degli ultimi sette giorni il presidente pugliese Michele Emiliano potrebbe essere il primo a tagliare il traguardo dell’immunità di gregge per la sua regione: il 19 agosto.

Campania sopra i target di Figliuolo

Il presidente Vincenzo De Luca continua la sua «guerra quotidiana per avere la stessa percentuale di vaccini» assicurata alle altre regioni. Quinta meta turistica estiva per gli italiani nel 2020, la Campania viaggia comunque a una velocità superiore rispetto ai target indicati da Figliuolo (42mila dosi al 29 aprile): negli ultimi sette giorni ha sfiorato la media di 50mila. Se confermasse questa velocità di crociera, taglierebbe il traguardo dell’immunità nella prima settimana di settembre.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e delle azioni di contrasto è mostrato in due mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia di nuovi casi, morti, ricoverati e molte infografiche per una profondità di analisi.
La mappa dei vaccini in tempo reale mostra l’andamento della campagna di somministrazione regione per regione in Italia e anche nel resto del mondo.
Guarda le mappe in tempo reale: Coronavirus - Vaccini

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi, di saperne di più dall’andamento alle cause per proseguire con i vaccini. Su questi temi potete leggere le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Ecco tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui potete iscrivervi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti