Verso la partenza

Vaccino ai bambini, boom di prenotazioni dalla Lombardia al Lazio

Il Governatore campano De Luca: nel Sud c’è un eccesso di preoccupazione. «Dobbiamo recuperare ma con molta pazienza e sensibilità nei confronti delle mamme e dei bambini»

Vaccini Covid, Speranza: più prenotazioni, bene anche i bambini

4' di lettura

Le Regioni sono ai blocchi di partenza per il via libera alla vaccinazione della fascia 5-11 anni, che dovrà avere percorsi dedicati e la collaborazione dei pediatri. Dai primi dati diffusi la risposta nelle prenotazioni si attesta a livelli alti, con numeri più bassi al Mezzogiorno. È prevista una priorità per i soggetti «con elevata vulnerabilità» e quelli conviventi con soggetti immunodepressi o elevata fragilità al Covid. Due le dosi, da somministrarsi a 21 giorni di distanza. A dicembre, secondo le informazioni fornite dalla struttura commissariale per l’Emergenza, ne saranno distribuite un milione e mezzo.

Nel Lazio V-Day pediatrico allo “Spallanzani”

In due ore dall’apertura martedì 13 sono state effettuate 19mila prenotazioni dei vaccini pediatrici nella fascia 5-11 anni sul portale regionale del Lazio. Sono 78 i punti di somministrazione per i più piccoli, tutti con percorsi dedicati.Il 40% circa dei pediatri ha aderito alla campagna anti-Covid e contribuirà, fuori dai turni lavorativi, somministrando i sieri negli hub pediatrici, o mettendo a disposizione il proprio studio, in quei Comuni e nelle zone in cui non siano presenti strutture per la campagna anti-Covid.I punti vaccinali già operativi, come quello dell’Istituto Spallanzani di Roma, hanno individuato strutture separate da quelle per gli over 12, dove i bimbi saranno accolti da personale specializzato.

Loading...

Lombardia, superate le 60mila adesioni

Sono salite a quasi 63 mila le prenotazioni del vaccino anti-Covid ai bambini tra i 5 e gli 11 anni in Lombardia. Il dato comunicato dall’Assessorato regionale al Welfare aggiornato alle 18.30 di oggi, quarto giorno di adesioni, è 62.895 appuntamenti. Di questi il 39%, cioè 24.682, proviene dal territorio dell’Ats di Milano, che comprende anche la provincia di Lodi. Le somministrazioni partiranno domani, in 62 centri distribuiti su tutto il territorio regionale. A Milano l’hub dedicato ai più piccoli è quello della Fiera nel quartiere Portello, dove si inizierà a vaccinare nel primo pomeriggio: circa mille i bimbi attesi già domani nella struttura gestita dal Policlinico, che saranno accolti con percorsi animati.

Emilia Romagna, 1 contagio su 10 in quella fascia d’età

Secondo quanto confermato dalla Regione, alle 15 di mercoledì 14, sono state 7.640 le prenotazioni già effettuate. «È importante che la risposta sia alta, perché quasi un contagio su dieci nella nostra Regione riguarda proprio questa fascia d’età», spiega l’ assessore della Regione Emilia Romagna alle Politiche per la salute Raffaele Donini commentando i numeri delle prime prenotazioni per i vaccini anti-Covid per la fascia d’età 5-11 anni che sarà avviata giovedì 16 dicembre. Le inoculazioni per i bambini saranno effettuate negli hub e nei punti vaccinali, dove saranno individuati percorsi dedicati, anche con il coinvolgimento dei pediatri di libera scelta. Qualche disagio momentaneo è stato riscontrato con il fascicolo sanitario elettronico a Ferrara, poi risolto nel corso della mattinata, e a Forlì, dove non è stata possibile la prenotazione tramite Fse (il problema è in via di risoluzione).

De Luca: noi in ritardo, eccesso di preoccupazione

Troppo poche le prenotazioni pervenute in Campania nella fascia 5-11 anni. «A ieri avevamo 3mila prenotazioni, in Lombardia siamo già a 40mila prenotazioni: è chiaro che siamo in ritardo, e che nel Sud c’è un eccesso di preoccupazione. Dobbiamo recuperare ma con molta pazienza e sensibilità nei confronti delle mamme e dei bambini». Il messaggio è «di avere fiducia, non nei responsabili politici ma nei primari di pediatria del Bambin Gesù, del Santobono, del Gaslini». Perché «scontiamo mesi di disinformazione e di stupidità mediatica. Dovremmo spiegare alle famiglie che il vaccino Covid è analogo al vaccino contro la poliomielite e contro il tetano. Non è facile, perché veniamo da mesi veramente di confusione e di aggressioni mediatiche davvero irresponsabili. In questo caso bisogna lavorare con molta prudenza, con molta sensibilità con le famiglie. C’è una preoccupazione reale, dobbiamo far parlare i primari di pediatria, dobbiamo persuadere i cittadini a utilizzare il vaccino per evitare conseguenze che possono essere pericolose per i bimbi in caso di contagio Covid. Questa è la ragione fondamentale, se un bambino viene contagiato rischia di avere danni anche di lungo periodo dal Covid. Faremo tutti questo lavoro, a cominciare da me, dovrò vaccinare la mia nipotina di 6 anni e lo farò».

Villani (Bambin Gesù): grande risposta, è un’opportunità

I primi dati sulle prenotazioni del vaccino anti-Covid per i bambini mostrano che c’è stata «una grande risposta. Diamo tanta risonanza a una minoranza di contrari. La realtà è che sono molti di più coloro che guardano al vaccino come a una grande opportunità». È l’analisi di Alberto Villani, direttore del Dipartimento di emergenza, accettazione e pediatria generale dell’ospedale Bambino Gesù di Roma. L’esperto, in un’intervista, sottolinea l’importanza di parlare del vaccino con i piccoli di 5-11 anni. «Un bambino di 8 anni mi ha chiesto: perché mio fratello può fare sport e io no? Gli ho spiegato che era vaccinato. Lui allora ha detto che voleva vaccinarsi anche lui - racconta - Gli adolescenti hanno colto perfettamente che avrebbero recuperato la libertà. Andrebbe spiegato anche ai bambini, che non faticheranno a capirlo. Sono la categoria che più ha sofferto e sta soffrendo per il Covid, non tanto per i sintomi fisici, quanto per le limitazioni sociali. E temo che ne vedremo a lungo le conseguenze».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti