ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùL’immunizzazione dei teenager

Vaccino agli under 19 senza prenotazione. Ecco come funziona regione per regione

In Lombardia e Sardegna è necessario prendere l’appuntamento. In Campania corsia preferenziale ovunque solo per questa fascia di età. In altre regioni aperto il vaccino libero ma non in tutti gli hub. Una mini-guida per orientarsi

di Mariolina Sesto

Aggiornato il 18 agosto 2021, ore 20:13

(7146)

5' di lettura

Con il Ferragosto alle spalle, la campagna di vaccinazione tenta l’accelerazione in vista delle riaperture di settembre, in primis l’avvio dell’anno scolastico. Determinante ad imprimere nuovo impulso alle somministrazioni, dopo il fisiologico rallentamento dell’ultimo weekend, potrebbe rivelarsi la possibilità, entrata in vigore il 16 agosto, per tutti i teen-ager di accedere al vaccino senza prenotazioni. I ragazzi tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi con Pfizer e Moderna. Nei giorni scorsi il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha scritto alle Regioni una lettera chiedendo per loro una “corsia preferenziale” in vista della ripresa della scuola a settembre, con l’obiettivo di immunizzare quel milione e 600mila ragazzi che non hanno fatto neanche una dose. Il via libera per gli under 18 coincide anche con l’arrivo, già da questa settimana, di circa dieci milioni di dosi, tre in più del previsto.

Lombardia, serve la prenotazione

In Lombardia, regione che in accordo con la struttura commissariale ha scelto di proseguire con prenotazione obbligatoria per tutte le fasce, sono poco meno di 495.000, pari al 65% del totale, gli adolescenti che hanno aderito alla campagna vaccinale. Di questi, 379.699 (circa il 50%) hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino, mentre sono 234.208 i giovani (30%) che hanno già completato il ciclo vaccinale.

Loading...

Friuli Venezia Giulia, alcune corsie preferenziali ma consigliata la prenotazione

In Friuli Venezia Giulia per la fascia “teen” è stata predisposta una corsia preferenziale con orari ad hoc e appuntamenti potenziati. Le offerte vaccinali delle tre Aziende sanitarie prevedono delle integrazioni con date e orari diversi a seconda del territorio di appartenenza. Ferma restando la possibilità di accedere liberamente in alcune sedi - solo per la somministrazione della prima dose - viene consigliata la prenotazione per questioni organizzative, al fine di evitare assembramenti e per garantire l’erogazione della prestazione. Meglio quindi ricorrere alla prenotazione tramite gli usuali canali webapp, Cup, call center, farmacie e online sul portale https://vaccinazioni-anticovid19.sanita.fvg.it/prenotazione.

Veneto, vaccino libero dai 12 ai 25 anni

Per quanto riguarda il Veneto nello scorso weekend di Ferragosto sono stati 1.832 i ragazzi dai 12 ai 25 anni che si sono presentati ad accesso libero, su 13.772 somministrazioni in totale. Lo ha riferito il presidente della Regione Luca Zaia aggiungendo: “Per noi è buono. Ricordo ai giovani dai 12 ai 25 anni che possono recarsi in qualunque giorno in qualunque centro vaccinale e avere la vaccinazione”.

Liguria, corsia preferenziale per i ragazzi dal 23 agosto

Da lunedì in Asl 1 i ragazzi tra i 12 e i 18 anni si potranno vaccinare senza prenotazione in tutti i centri di vaccinazione, in ASL 2 al Terminal crociere Savona (dal lunedì al venerdì ore 9-19) e a Santa Caterina a Finale Ligure sabato (ore 9-19), in ASL 3 alla Sala della Chiamata del Porto e al Teatro della Gioventù, in ASL 4 in tutti i centri di vaccinazione, in Asl5 all'ex Fitram La Spezia e all'Hub Sarzana.

Lazio, vaccino senza prenotazione non in tutti gli hub

Anche nel Lazio alcuni hub hanno attivato la corsia preferenziale per gli adolescenti ma non tutti. Quindi prima di accompagnare un teenager a fare il vaccino occorre accertarsi che sia stata attivata la possibilità di presentarsi senza prenotazione. Sono inoltre in programma alcuni open day per il prossimo fine settimana (23 e 24 agosto).

Puglia, campagne di recall telefonico

Scendendo a Sud, in Puglia, dove i numeri della campagna restano alti, si cerca un ulteriore scatto e in particolare anche per la fascia 40-59 anni. L’obiettivo, adesso, è quello di raggiungere la “copertura dell’80% per gli assistiti della Regione”, si legge in una circolare inviata alle Asl. Per centrarlo tra le azioni previste anche “campagne di recall telefonico in favore di tutti gli assistiti in fascia d’età 12-19 anni (prioritariamente) e 40-59 anni sulla base dei dati di contatto già a disposizione o di quelli che saranno resi disponibili”.

Campania, per i teen corsia preferenziale già da un mese e mezzo

Anche in Campania si punta ad arrivare all’apertura delle scuole con tutti gli studenti vaccinati. In questa regione le vaccinazioni per la fascia di età 12-19 anni, anche senza prenotazione, sono partite da oltre un mese e mezzo: in 233.916 hanno ricevuto la prima dose, mentre 147.962 completato il ciclo. Non mancano, comunque, le iniziative per invogliare i cittadini. In costiera sorrentina è possibile ricevere la somministrazione in spiaggia, sorseggiando un caffè e mangiando un cornetto. Per il prossimo 20 agosto l’Asl e il comune di Meta di Sorrento hanno organizzato un open-day vaccinale in riva al mare con utilizzo del vaccino Pfizer. Nella Asl Napoli 1, al via quattro open day ’W la scuola’ dedicati a studenti e insegnanti.

In Sardegna vaccino agli adolescenti solo su prenotazione

Da ieri 16 agosto via libera alle prenotazioni, in Sardegna, per le vaccinazioni dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni, nati quindi tra il 2003 e il 2009 (e limitatamente a chi ha già compiuto 12 anni). E' possibile scegliere la data dal sito https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it, attraverso gli Atm degli Uffici Postali, tramite il Call Center 800 009966 (attivo tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00). La procedura di prenotazione consente anche di scegliere il punto di vaccinazione tra quelli disponibili.

Umbria, elminata la preadesione

Nella fascia 12-19, hanno ricevuto la prima dose il 41.5% dei ragazzi umbri, mentre il dato nazionale si attesta al 44.8%. Per quanto riguarda i giovani che hanno completato il ciclo vaccinale, la percentuale è inferiore rispetto al dato nazionale. Nel caso degli under 20 umbri, hanno completato la vaccinazione il 10% dei ragazzi, mentre il dato nazionale è al 25,6%. Per accelerare la campagna, da ieri (16 agosto) è operativa la nuova modalità di prenotazione, che ha eliminato il sistema delle preadesioni, consentendo agli umbri di prenotare direttamente l’appuntamento per il vaccino. Secondo quanto riferito dalla regione, nella giornata di ieri 3000 umbri hanno prenotato la somministrazione.

Toscana, campagna ad accesso libero

È’ iniziata con successo e grande partecipazione in Toscana la campagna vaccinale ad accesso libero di ragazze e ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Nella giornata di ieri, lunedì 16 agosto, - la prima senza necessità di prenotazione per questa fascia di età, come indicato dal generale Figliuolo - sono stati numerosi i ragazzi e le ragazze che si sono presentati agli hub delle Asl toscane. Le dosi somministrate in libero accesso ai giovani di questa fascia d’età sono state 1358.

Piemonte, accesso diretto per tutte le età fino al 31 agosto

Accesso diretto ai vaccini anti Covid per tutte le età senza prenotazioni in Piemonte dal 18 al 31 agosto.L’accesso sarà garantito in alcuni dei centri vaccinali del territorio. Per agevolare le vaccinazioni dei giovani proseguono per tutto agosto specifici Open days su tutto il territorio. Sulla piattaforma www.ilPiemontetivaccina.it il calendario delle date e le modalità per le preadesioni.

Emilia Romagna, vaccino senza prenotazione

Da lunedì 16 agosto i ragazzi dai 12 ai 19 anni possono vaccinarsi senza passare per la prenotazione. E la risposta, per la Regione, è stata buona: “In questi due giorni abbiamo più di un migliaio di 12-19enni che si sono vaccinati presentandosi ai centri di vaccinazione”, spiega l’assessore alla Sanità Donini. Fermo restando, spiega l’assessore, che “per i 12-17enni ci vuole il consenso dei genitori”. Vista l’urgenza di coprire la popolazione più velocemente possibile, comunque, la Regione è intenzionata a potenziare sempre più “la somministrazione dei vaccini ’on the road’, con i mezzi mobili, senza prenotazione, per tutte le fasce d’età”. Inoltre, si lavora anche per anticipare le prime e le seconde dosi ovunque sia possibile, portando il richiamo di Pfizer da 35 a 21 giorni.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti