A Bucine (Arezzo)

Valentino, un incendio distrugge la fabbrica delle scarpe icona Rockstud

Danni per milioni allo stabilimento e al magazzino: Le ipotesi per proseguire la produzione del modello con le borchie famoso in tutto il mondo restando nel distretto delle calzature di lusso

di Silvia Pieraccini

2' di lettura

Ripartire al più presto, trasferendo la produzione in nuovi locali. È questa l'intenzione di Valentino dopo il grandioso incendio che, nella notte tra giovedì 1 e venerdì 2 aprile, ha distrutto lo stabilimento di scarpe e il magazzino logistico della maison a Bucine, in provincia di Arezzo. Nessuno era presente al momento del rogo. Oltre all'edificio, ai macchinari e agli impianti sono bruciate anche migliaia di scarpe (tra semilavorati e prodotto finito), provocando danni stimati in diversi milioni di euro.

L’impianto delle scarpe Rockstud Valentino

Quello andato a fuoco, per cause ancora da accertare, è uno stabilimento strategico del gruppo: alla Valentino Shoes Lab si producono infatti le Rockstud, le scarpe da donna decorate con le borchie diventate ormai una leggenda mondiale. Accanto a queste c'è anche una piccola produzione di scarpe da uomo. Nel complesso si tratta di 1.500 paia di scarpe realizzate ogni settimana.

Loading...

Lo stabilimento aretino, che era stato ammodernato nel dicembre scorso con l'inserimento di nuovi macchinari, impiega 160 lavoratori, che ora sono stati messi in gran parte in cassa integrazione, in attesa di sapere quando e dove potrà ripartire l'attività. I tempi sono stretti: la decisione – fanno sapere da Valentino – arriverà entro venerdì 9 aprile.

Le soluzioni per continuare la produzione

L'azienda sta valutando varie ipotesi, da quella di prendere in affitto un altro capannone nel Valdarno aretino, in cui trasferire la produzione, a quella di utilizzare l'altro stabilimento toscano del gruppo a Montelupo Fiorentino, a circa 80 chilometri di distanza. La soluzione potrebbe essere anche un mix tra queste due ipotesi. «Ci stiamo adoperando per riprogrammare le attività produttive in modo da minimizzare l'impatto socio-economico - assicura Jacopo Venturini, ceo di Valentino, definendo lo stabilimento - un'eccellenza industriale».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti