ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNuovi scontri

Valle di Susa, assalto No Tav: cento incappucciati contro il cantiere

Preso d’assalto il cantiere di San Didero, dove è prevista la realizzazione del nuovo autoporto

Un centinaio di attivisti No Tav la scorsa notte ha preso d’assalto il cantiere di San Didero, in valle di Susa (Ansa)

1' di lettura

Un centinaio di attivisti No Tav, appartenenti all’ala più oltranzista del movimento che si oppone alla nuova ferrovia Torino-Lione, la scorsa notte ha preso d’assalto il cantiere di San Didero, in valle di Susa (Torino), dove è prevista la realizzazione del nuovo autoporto in sostituzione di quello che sarà spostato per i cantieri della stazione internazionale Tav.

Un gruppo di incappucciati ha attaccato il cancello all’altezza dell’autostrada A32 per circa un’ora. Parti di concertina di filo spinato sono state strappate con l’ausilio di ganci e corde. Pietre contro le forze dell’ordine che hanno risposto con lacrimogeni e idranti.

Loading...

La serata era cominciata al presidio di San Didero con una cena del movimento No Tav. Poi gli attivisti si sono spostati verso il cantiere per la battitura delle reti, che si è trasformata in assalto. Il cantiere dell’autoporto era stato teatro di disordini il 30 luglio scorso, quando erano rimasti feriti una decina di poliziotti. In questi giorni in Val di Susa si sta svolgendo a Venaus il campeggio studentesco No Tav, allestito dal collettivo degli studenti medi ’Ksa’, considerato emanazione del centro sociale torinese Askatasuna. Il campeggio terminerà questo pomeriggio con un’assemblea. La Digos di Torino sta visionando i filmati della scorsa notte per identificare gli assalitori.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti