AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùAccordo con i creditori

Vallourec, la francese dei tubi in procedura di salvaguardia. Titolo sull'ottovolante a Parigi

Nell'intesa con i creditori la conversione di 1,33 miliardi di debiti in capitale

di Giuliana Licini

default onloading pic

2' di lettura

Alta volatilità per Vallourec alla Borsa di Parigi, dopo l’annuncio – nella serata del 4 febbraio – dell’apertura di una ‘procedura di salvaguardia’ , istanza simile al concordato preventivo, da parte del Tribunale commerciale di Nanterre.

Il titolo del fabbricante di tubi di acciaio senza saldatura è arrivato a perdere fino al 14% per poi recuperare. Il titolo è stato sospeso martedì 2 febbraio su richiesta della società, in attesa dell’accordo con i creditori, annunciato mercoledì, e sulla scia della comunicazione di un calo del 22% del fatturato nel 2020 a 3,2 miliardi di euro e di una flessione del 26% dell’Ebitda a 258 milioni, con un cash flow negativo per 111 milioni.

Loading...

La ‘procedura di salvaguardia’ mira ad assicurare l’attuazione dell’accordo di principio trovato da Vallourec con i principali creditori per ritrovare una struttura finanziaria equilibrata, riducendo il debito e con le liquidità necessarie per realizzare il suo piano strategico, ha spiegato la società. Nel quadro dell’accordo è prevista la riduzione del debito di oltre la metà (cioè di 1,8 miliardi di euro), grazie in particolare alla conversione di debito in capitale per 1,33 miliardi. Con il riassetto i fondi Apollo e Strategic Value Partners, che avevano acquistato porzioni di debito, dovrebbero diventare i principali azionisti del gruppo.

Sono poi in programma un aumento di capitale da 300 milioni aperto agli azionisti e garantito in toto da alcuni creditori e l’abbandono di crediti per 170 milioni di euro da parte delle banche. Vallourec è il secondo produttore mondiale di tubi acciaio senza saldatura ed è un fornitore per le industrie petrolifere e del gas, dell'energia elettrica, petrolchimiche, dell'ingegneria e automobilistiche. La sua attività si è progressivamente indebolita negli ultimi anni a causa della riduzione degli investimenti da parte delle compagnie petrolifere e ha poi accusato pesantemente le ricadute della crisi innescata dal Covid-19.

Secondo Mediobanca Securities, il riassetto di Vallourec potrebbe rappresentare una opportunità per la concorrente Tenaris che potrebbe mostrare interesse a rilevare alcuni asset del gruppo francese, in particolare sul mercato sudamericano.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti