ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFarmaceutica

Valneva a picco a Parigi, da Ue solo un mini-ordine per vaccino anti-Covid

Gli Stati membri dell'Unione europea ordineranno 1,25 milioni di dosi del vaccino nel 2022. Il contratto iniziale prevedeva ordini fino a 60 milioni di dosi

di Giulana Licini

(Reuters)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Valneva cade alla Borsa di Parigi, dopo che dalla Ue è arrivato solo un mini-ordine per il vaccino contro il Covid-19 sviluppato dalla biotech francese, con la conseguenza che ne verrà fermata la produzione. Il titolo Valneva poco dopo le 10 accusa una flessione del 9,7% a 9,51 euro, mentre l'indice Cac 40 cede lo 0,3 per cento. Nel novembre 2021 la società aveva concluso in accordo di acquisto anticipato da parte della Commissione Ue fino a un massimo di 60 milioni di dosi del suo vaccino inattivato a virus intero, Vla2001, contro il Covid. Lo scorso maggio, tuttavia, Bruxelles ha annunciato l’intenzione di rescindere l’accordo. Le autorità Ue hanno per altro autorizzato a giugno l’immissione del vaccino sul mercato per la vaccinazione degli adulti tra 18 e 50 anni.

Dopo colloqui e nell’ambito dell’accordo concluso nello scorso autunno, Valneva ha ora annunciato che sulla base di una modifica all’accordo iniziale, gli Stati membri della Ue ordineranno «1,25 milioni di dosi del vaccino nel 2022, con la possibilità di fare un nuovo ordine per la stessa quantità più avanti nell’anno». Le prime dosi saranno consegnate nelle prossime settimane agli Stati membri che partecipano all’addendum dell’accordo, ovvero Germania, Austria, Danimarca, Finlandia e Bulgaria. La società conserverà comunque stock del vaccino «in vista di un'eventuale fornitura aggiuntiva per gli Stati membri se la domanda aumenterà e cercherà parallelamente di vendere da otto a dieci milioni di dosi sui mercati internazionali». Valneva ha comunque «sospeso la produzione del vaccino e sta valutando gli asset legati al vaccino per una possibile svalutazione». Un punto più dettagliato sulla situazione sarà fatto l’11 agosto in occasione della pubblicazione dei conti semestrali. La società ha già avvertito che il fatturato potrebbe essere nella parte bassa della gamma prevista, che va da 430 a 590 milioni di euro. In seguito a questi annunci, gli analisti di Portzamparc hanno abbassato a “conservare” da “acquistare” la raccomandazione sul titolo.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti