ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùconcerti

Vasco Rossi e Harry Styles, prevendite al via: TicketOne va in crash

Nel giorno della pre-sale per le date italiane dell’ex One Direction e dell’apertura dei box office online per il rocker di Zocca, il portale leader del ticketing si blocca a causa di problemi tecnici

di Francesco Prisco


Vasco Rossi, "Non siamo mica gli americani" rivive 40 anni dopo

2' di lettura

L’unica cosa chiara è che non c’è nessun nesso di causa-effetto. Giovedì 21 novembre partivano sia la pre-sale per i concerti di Harry Styles al Pala Alpitour (15 maggio) e alla Unipol Arena di Bologna (16 maggio) che le prevendite di Vasco Rossi per Firenze Rocks (10 giugno), I-Days (15 giugno), Rock in Roma (19 giugno) e Imola (26 giugno) ma è andato in crash il portale di TicketOne, piattaforma leader in Italia del mercato del ticketing. Per tre ore non è stato possibile accedere e acquistare.

Servizio ripristinato
Poi tutto torna regolare: «Per gravi problemi tecnici registrati questa mattina presso i nostri Data Center - recita il tweet della società controllata dalla multinazionale tedesca Cts Eventim - è stato necessario sospendere temporaneamente le vendite online delle maggior parte degli eventi. Le vendite sono state ora ripristinate». Una sospensione temporanea probabilmente causata da un evento fortuito che, secondo qualcuno, ha rappresentato il più importante stop ai servizi verificatosi qui in Italia da quando esistono le vendite online dei biglietti dei concerti.

L’ex One Direction Harry Styles tornerà a esibirsi in Italia a maggio 2020

Polveri bagnate al via
E dire che era proprio il peggior giorno in cui si potesse verificare un disservizio del genere. I fan di Harry Styles iscritti a My Live Nation si davano appuntamento sul portale per accedere alla pre-sale riservata delle due date italiane. Ma soprattutto il popolo del Blasco si riversava in massa su TicketOne, Ticketmaster e Vivaticket, i tre portali incaricati dal promoter Live Nation Italia della messa in vendita delle quattro date estive del rocker di Zocca. Non che lo stop avesse a che fare con il sovraccarico d’utenti: il problema si è verificato già prima che si aprissero le danze. Un problema legato all’infrastruttura esterna a TicketOne.

Lo stop di tre ore
Intorno alle 10 Ticketone scriveva infatti: «A causa di problemi tecnici è stato necessario sospendere momentaneamente le vendite online della presale di Harry Styles. Ci scusiamo per il disservizio e vi informeremo appena verrà ripristinato il servizio». E Live Nation gli faceva eco: «Per problemi tecnici legati alla piattaforma di vendita di Ticketone, la prevendita #MyLiveNation per Harry Styles partirà alle ore 11 invece che alle ore 10». Una vera e propria beffa per TicketOne, considerando che il sito è stato down per altre due ore. E partire dalle 11 sia Ticketmaster, portale di ticketing del gruppo Live Nation, che Vivaticket, oggi controllata dal fondo del Bahrein Investcorp, sono partiti con la vendita dei biglietti del Blasco. Mentre sul web imperversava l’odio social.

LEGGI ANCHE:
Nasce Eventim Live, colosso europeo dei concerti
La «Verità» di Vasco e quella vera

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...